home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

San Gregorio, caos in tangenziale: tregua di due giorni, si riparte lunedì

I lavori ai caselli autostradali, che stanno causando disagi alla viabilità, potrebbero essere ultimati venerdì 30 giugno

San Gregorio, caos in tangenziale: tregua di due giorni, si riparte lunedì

San Gregorio (Catania) - Si lavora sodo per tornare alla “normalità” al casello dell’A18 di San Gregorio. Code decisamente meno lunghe rispetto ai giorni scorsi e, di conseguenza, meno caos su tutto il tratto stradale interessato dai lavori, decisi dal Consorzio Autostrade Siciliane e resi necessari poiché il manto stradale era in una situazione veramente disastrosa. Oltre a essere totalmente deformato, risultava molto pericoloso per il transito in sicurezza delle auto e soprattutto dei mezzi a due ruote. I lavori, che hanno fatto registrare code chilometriche in entrambi i sensi di marcia, sono coordinati dall’ingegnere Salvatore Pirrone, direttore generale del Cas.

Il primo giorno è stato da incubo per gli utenti, anche a causa di tre incidenti verificatisi nell’unica corsia libera. Con il passare dei giorni, la situazione si è via via tranquillizzata e tutto sembra stia tornando alla normalità. La buona notizia riguarda questo weekend: oggi e domani, infatti, non verranno effettuati lavori e si potrà transitare tranquillamente su tutto il tratto. In “entrata” per San Gregorio la tangenziale sarà totalmente percorribile. In “uscita”, invece, resterà chiusa una sola parte. Ma in cambio verranno aperte tutte le altre otto uscite. Quindi non si dovrebbe registrare nessun tipo di disagio.

Lunedì, invece, verranno ultimati i lavori nell’unica parte chiusa in “uscita” da San Gregorio. Per quanto riguarda la parte di ingresso, invece, potrebbero crearsi dei seri rallentamenti alla viabilità. Da lunedì, infatti, il tratto che va dall’ingresso di “Paesi Etnei” ai caselli di San Gregorio verrà interessato da importanti lavori. È consigliabile, almeno per lunedì e martedì, evitare questo tratto stradale. Conviene utilizzare un altro percorso.

Per quanto riguarda le code, nella giornata di ieri, si sono formate soprattutto nelle ore di punta, quindi al mattino e nel primo pomeriggio. Nei giorni scorsi, come si ricorderà, sono intervenuti anche i sindaci di Acireale e Catania, denunciando i disagi dovuti ai lavori, in quanto le code andavano a ripercuotersi sui loro territori. Sul posto, fin dal primo momento, è stato presente il presidente del Cas, Rosario Faraci, per cercare di limitare i disagi che, in realtà, hanno paralizzato tutto l’hinterland catanese e non solo. Un altro dato positivo da registrare è che i lavori stradali procedono molto più velocemente rispetto a quanto previsto. All’inizio la fase conclusiva era prevista per il 10 luglio. Adesso, invece, i lavori dovrebbero essere ultimati entro il prossimo venerdì. Lavori che hanno interessato entrambe le corsie di marcia e che continuano sia di notte che di giorno. Lungo tutta la strada sono stati asportati circa 40 centimetri di asfalto per poi essere lavorati e riposizionati. Una scelta, tra l’altro, a impatto zero per l’ambiente.

Nei giorni scorsi si è anche svolto un tavolo tecnico per discutere l’intera situazione e cercare i rimedi più efficaci per ripristinare la normale viabilità.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO