home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Giarre, scoperta seconda piantagione di marijuana in pochi giorni

Sono circa 200 le piantine scovate all’interno di un anonimo appezzamento di terreno incolto nella frazione collinare di Miscarello

Giarre, scoperta seconda piantagione di marijuana in pochi giorni

Salvatore Zappalà e alcune delle piante sequestrate

GIARRE - E’ la seconda piantagione di marijuana scoperta dai carabinieri del nucleo operativo di Giarre in pochi giorni. Sono circa 200 le piantine scovate all’interno di un anonimo appezzamento di terreno incolto nell’agro di Giarre, nella frazione collinare di Miscarello. L’operazione è scattata ieri pomeriggio. I carabinieri già da giorni avevano effettuato una serie di appostamenti, sorprendendo l’uomo, un 67enne di Santa Venerina, Salvatore Zappalà, pregiudicato, con precedenti per droga, in flagranza di reato, al quale è stata contestata l’accusa di produzione illegale di sostanze stupefacenti.

Al termine degli adempimenti è stato rinchiuso in camera di sicurezza in attesa del rito direttissimo in programma per domani al tribunale di Catania. All’interno della piantagione di Miscarello che era stata opportunamente recintata, i carabinieri hanno rinvenuto almeno 170 piantine che avevano raggiunto l’altezza di quasi due metri. Quella scoperta ieri dai carabinieri nell’agro giarrese, come detto, è la seconda piantagione in pochi giorni. Giovedì scorso analogo blitz era scattato nella vicina Nunziata, lungo la strada che collega la frazione mascalese con Piedimonte Etneo. In quella circostanza le manette sono scattate ai polsi di due pregiudicati di Riposto e Mascali.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO