home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania: bus troppo pieno, utente aggredisce due addetti Amt

È accaduto in piazza Borsellino: l’uomo si è scagliato contro i due impiegati perché il mezzo non si era fermato

Catania: bus troppo pieno, utente aggredisce due addetti Amt

CATANIA - Un’altra aggressione contro operatori Amt. Ormai gli episodi non si contano più e sembrano diventati un ritornello senza fine. la nuova aggressione si è verificata ieri al capolinea di piazza Bosellino. Durante il “fuggi -fuggi” generale a causa dell’improvvisa pioggia, un passeggero esagitato si è presentato alle 12,30 alla biglietteria perché doveva – secondo il suo punto di vista – punire «l’autista perché non era riuscito a salire nella corsa precedente dai lidi Plaia direzione Catania in quanto l’autobus era stracolmo di passeggeri».

Con fare minaccioso l’uomo si è recato nel casotto dove vi erano due verificatori che ha prima minacciato e poi aggredito all’improvviso.

Con immediatezza sul posto sono intervenute le forze dell’ordine mentre i due verificatori sono stati trasportati in ospedale e dimessi con prognosi di 10 giorni ciascuno, mentre l’aggressore è stato identificato e denunciato.

Alla luce dell’ennesimo atto di violenza nei confronti dei lavoratori, i segretari dei sindacati autonomi di Faisa Cisal e Fast Confsal hanno denunciato l’immobilismo delle istituzioni e di «un’amministrazione comunale non all’altezza della situazione». Dopo aver mandato in fumo una importantissima riunione con tutte le organizzazioni sindacali venerdì scorso, non a questo punto non attenderemo attenderemo impassibili. Già da domani - si legge in una nota - i segretari di categoria Romualdo Moschella e Giovanni Lo Schiavo si attiveranno, nel rispetto delle vigenti normative, per proclamare uno sciopero di 24 ore». «Non ci fermeremo se non ci sarà una soluzione definitiva che potrà essere discussa solo con il signor Prefetto a cui abbiamo già inoltrato richiesta di convocazione, o con il sindaco Enzo Bianco, d’altronde ormai l’Amt non ha più una Dirigenza valida che possa far ripartire la società. Lo hanno dimostrato le assurde dichiarazione alla stampa dell’ormai Dimissionario presidente Carlo Lungaro».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa