home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Uccise la madre della sua ex, Agostino Siciliano condannato a venti anni

Il 33enne nel luglio dello scorso anno ha accoltellato a morte Marina Zuccarello di 55 anni con la quale aveva avuto un acceso diverbio. Alla base della lite il rapporto troncato tra l'omicida e la figlia della vittima. La sentenza emessa dal gup al termine del giudizio abbreviato. La Procura aveva chiesto trenta anni

Uccise la madre della sua ex, Agostino Siciliano condannato a venti anni

Il gup del tribunale di Catania Giuliana Sammartino ha condannato a venti anni di reclusione per omicidio volontario, Agostino Siciliano, l’ingegnere pugliese di 33 anni che il 30 luglio del 2016 ha ucciso a coltellate nell’abitazione della zona residenziale della Madonna degli Ammalati, a Misterbianco, la madre della sua ex fidanzata.

Siciliano confessò l’omicidio di Marina Zuccarello, 55 anni, trovata senza vita, sgozzata dopo un caffè e una lite.

Siciliano ha sempre sostenuto che quel giorno affrontò il viaggio in auto dalla Puglia a Misterbianco per chiedere per l’ultima volta un chiarimento dopo la decisione della sua fidanzata di troncare una relazione durata quattro anni. La richiesta dell’accusa era l’ergastolo, commutato a 30 anni perché l'imputato è stato processato con il rito abbreviato. Siciliano, laureato in ingegneria e originario di Taranto, nell’estate dello scorso anno, voleva incontrare la vittima per convincerla a non opporsi al suo rapporto con la figlia più piccola.

La relazione era già finita da alcuni mesi ma l’uomo si era probabilmente convinto che avrebbe potuto avere un sostegno dalla madre dell’ex fidanzata conosciuta su Internet e con la quale aveva avuto una relazione dirata quattro anni anni.

L'omicida aveva atteso sin dalle quattro del mattino, che uscisse il marito della vittima per entrare in casa e affrontare la donna. Dopo l’omicidio, la fuga e il fermo per omicidio. Ai carabinieri ha raccontato di essere entrato nell’abitazione di Marina Zuccarello, in via Duca di Misterbianco, di avere avuto un’accesa discussione con la vittima e che, sarebbe stata lei per prima ad aggredito. A quel punto lui ha afferrato un coltello da cucina e l'ha uccisa. I militari della Tenenza di Misterbianco e della Compagnia Fontanarossa sono risaliti all’identità dell’assassino grazie alle registrazioni di una telecamera privata.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO