home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Minaccia genitori che gli negano soldi per gioco d'azzardo: arrestato

Il giovane, 19 anni di origini russe, era stato adottato da una famiglia di Raddusa. E' stata la madre a rivolgersi ai carabinieri

Minaccia genitori che gli negano soldi per gioco d'azzardo: arrestato

La scorsa notte i Carabinieri della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno arrestato nella flagranza il 25enne catanese Vito VINCIGUERRA, poiché ritenuto responsabile di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Gli uomini del Nucleo Operativo, in servizio anticrimine a San Cristoforo, l’hanno osservato con discrezione fare la spola tra la Via Trovatelli e la Via Alogna dove, all’angolo tra le due strade, piazzava la droga in cambio di denaro.

Intervenuti al momento propizio i militari lo hanno perquisito estendendo le operazioni all’anfratto murario di Via Trovatelli, rinvenendo e sequestrando nel complesso 14 dosi di marijuana e 130 euro in contanti, incassati dalla precedente vendita della droga.

L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza.


HINTERLAND CATANESE


JONICA – ACESE


AREA ETNEA

Caltagirone (Catania) – I Carabinieri della Stazione di Raddusa hanno arrestato un 19enne di origini russe, poiché ritenuto responsabile di tentata estorsione, maltrattamenti in famiglia ed oltraggio a pubblico ufficiale.

In attesa di occupazione ma ossessionato dalle slot machine, da mesi vessava i genitori adottivi pur di ottenere il denaro da spendere nel gioco d’azzardo.

Il colmo è stato raggiunto ieri sera quando, al diniego dei genitori, ai quali aveva richiesto una banconota da 20 euro, li ha prima minacciati di morte per poi danneggiare in sequenza il portone d’ingresso dell’abitazione ed il parabrezza dell’auto del padre, un pensionato di 58 anni. La madre, terrorizzata, ha chiesto aiuto ai Carabinieri delle locale Stazione i quali, giunti dopo pochi minuti sul posto, hanno bloccato ed ammanettato l’esagitato che nelle fasi dell’arresto non ha risparmiato loro insulti di ogni genere. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Caltagirone.

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO