home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, intesa tra Policlinico e Tecnis: 3 mesi e mezzo per il «San Marco»

La direzione dei lavori avrebbe indicato in 105 giorni l'ultimazione del cantiere che sta realizzando il nuovo ospedale nel quartiere di San Giorgio

Catania, intesa tra Policlinico e Tecnis: 3 mesi e mezzo per il «San Marco»

Catania - Centocinque giorni di tempo per ultimare il cantiere dell’ospedale San Marco. Sarebbe questo il contenuto di una nota che qualche settimana fa il direttore dei lavori del cantiere, di concerto col commissario straordinario Ruperto, avrebbe inviato alla direzione dell’azienda Policlinico-Ove. In sostanza ci vorrebbero all’incirca altri 3 mesi in mezzo prima della consegna ufficiale della nuova struttura. Per accelerare l’iter in questo agosto rovente la gestione straordinaria della Tecnis avrebbe avviato contatti fitti con i fornitori per snellire le procedure e concludere un iter che si rinvia di mese in mese. Per questo l’amministrazione straordinaria sarebbe anche in attesa di una serie di autorizzazioni del tribunale per poter accelerare le procedure che negli ultimi tempi sembravano aver fatto imboccare al cantiere la strada della lentezza.

La direzione dei lavori, nel documento inviato al Policlinico avrebbe stimato i tempi necessari per il completamento dell’ospedale in 60 giorni, due mesi, lasciando a questo capire di essere ormai ai dettagli finali dell’opera. Mancherebbero ancora alcune tecnologie, come alcune apparecchiature radiologiche e gli arredi. La stessa direzione avrebbe, però, stimato in 45 giorni aggiuntivi ai 60 annunciati, il tempo necessario per approvvigionare la grande struttura ospedaliera dei materiali occorrenti. dalla somma dei due periodi elencati sarebbero scaturiti in complesso i 105 giorni. Il conto alla rovescia sarebbe già scattato il giorno dopo l’accettazione da parte dell’azienda Policlinico dei termini contenuti nel documento - sottoscritto anche dal commissario straordinario. Quindi ad occhio e croce - e facendo i dovuti scongiuri - a fine ottobre, finalmente, l’opera potrebbe essere pronta dopo le tante attese e i tanti annunci rinviati a causa delle note vicissitudini che hanno interessato la Tecnis.

Archiviato questo passaggio fondamentale si riaprirà il tema del personale necessario per far funzionare a dovere l’ospedale. Il nodo è già argomento di fitta discussione nei palazzi della sanità regionale e al ministero. A settembre, infatti, si riunirà al ministero il tavolo tecnico con i dirigenti per discutere proprio del personale per il San Marco. Le procedure di sblocco dei concorsi avviate dall’assessore Gucciardi consentiranno di poter programmare le prime assunzioni. Poi, però, per il San Marco sarà necessaria una autorizzazione del ministero per procedere all’assunzione del personale occorrente per l’apertura, soprattutto in quelle discipline che rischiano di restare sguarnite. E in primo luogo bisognerà reperire personale infermieristico e medico per i reparti di emergenza, visto e considerato che a breve - si vocifera che a metà settembre l’operazione sarà pronta (ma anche qui è meglio mantenersi cauti) - scatterà il trasferimento dei reparti del pronto soccorso dall’Ove nel moderno reparto del Policlinico, dotato di due tac, un angiografo oltre a due grandi sale Obi. L’operazione però sarebbe strettamente collegata alla ultimazione dei lavori in atto al Garibaldi centro per l’ampliamento dell’attuale pronto soccorso che andrà a sopperire le richieste del vecchio Vittorio che - va puntualizzato - nei prossimi mesi rimarrà sempre operativo attraverso il pieno funzionamento di tutti i reparti non strettamente collegati all’emergenza. Il vecchio presidio al momento manterrà operativi anche reparti come la Radiologia, la Medicina e la Clinica chirurgica, continuando a fungere un importante ruolo sanitario sino all’apertura del San Marco.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa