home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

La festa dei cuochi in piazza a Taormina

Ai fornelli 150 chef per raccontare il Mediterraneo. C’è anche la sfida del soffritto contro il Parkinson

La festa dei cuochi in piazza a Taormina

Spalmata su tre giorni - da domenica 11 a martedì 13 - e su due sedi, Zafferana e Taormina, l’edizione 2017 di Cibo Nostrum si porta dietro numeri pesanti in termini di partecipazione: 150 chef, 90 aziende dell’agroalimentare, 50 cantine, 7 laboratori tematici dedicati al pesce azzurro. Cifre che hanno consentito a questa sesta edizione di «Cibo nostrum» di entrare a far parte con un riconoscimento “sul campo” del calendario nazionale delle manifestazioni nazionali Fic con la benedizione del presidente Rocco Pozzulo. Il resto lo faranno i food travellers cui spetta il compito di superare la quota di 15mila presenze registrate nell’edizione dell’anno scorso.

C’è da dire che la parte della manifestazione aperta a tutti è solo quella di Taormina che si svolgerà lunedì 12 (il programma completo su www.cibonostrum.eu) e stavolta di sera, a partire dalle 18, fino a quando pentole e padelle sfigoleranno. Per degustare nelle varie postazioni di cucina «en plein air» si dovrà acquistare un biglietto da 30 euro (in loco a Taormina, il giorno dell’appuntamento) il cui ricavato andrà alla Fondazione Limpe per il Parkinson Onlus, che si occupa di sostenere la ricerca medico-scientifica sulla malattia di Parkinson e i disturbi del movimento. A questo proposito è partita anche una gara molto particolare tra gli chef e gli operatori del settore che ricorda un po’ la doccia gelata che tre anni fa coinvolse vip, capi di stato e semplici cittadini nella lotta contro la Sla. In questo caso ci si sfiderà a colpi di ”soffritto” e ogni qualvolta che ci si cimenterà a cucinare questo fondamentale della cucina italiana ci si impegnerà anche a versare un contributo per la ricerca contro il Parkinson, sfidando automaticamente altri possibili “donatori”.

L’inaugurazione ufficiale di «Cibo nostrum» sarà domani alle 17 nella piazza centrale di Zafferana Etnea, quella conclusiva martedì 13, nella cantina Cottanera, dove si terrà “La Scampagnata di Cibo Nostrum” a cura degli «Chef con la Coppola» (Simone Strano, Giuseppe Raciti, Giovanni Grasso e Giuseppe Torrisi).

«Quando nacque Cibo Nostrum a Zafferana – ha ricordato lo chef Seby Sorbello, presidente di Fic promotion – ricordo che avevamo prenotato poco più di una trentina di camere d’albergo e coinvolto alcune decine di cuochi. Oggi abbiamo centinaia di prenotazioni tra Zafferana, Taormina e Giardini Naxos e siamo certi che, oltre a festeggiare la cucina italiana, portiamo un valore aggiunto all’economia del territorio». «Un territorio che sarà per tre giorni in continuo fermento – ha aggiunto lo chef padrone di casa a Taormina, Pietro D’Agostino – con i laboratori tematici, le degustazioni, i cooking show. i giornalisti della carta stampata, della tv e del web, specializzati in turismo e agroalimentare, che anche dopo un evento di portata mondiale come il G7 appena conclusosi a Taormina continueranno a raccontare quanto di buono la Sicilia riesca a produrre e ad offrire al contesto euro-mediterraneo».

@carmengreco612

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa