WHATSAPP: 349 88 18 870

Duecento beni confiscati”restituiti” alla collettività

Duecento beni confiscati ”restituiti” alla collettività

La consegna del prefetto Umberto Postiglione, direttore dell’Agenzia, ai sindaci di sette province. Nell’ex Hotel Cristal di Aci Castello il comando dei vigili urbani

Duecento beni confiscati ”restituiti” alla collettività

Oltre 200 proprietà sottratte alla mafia, tra appartamenti da destinare all’emergenza abitativa e terreni da destinare a finalità locali, saranno consegnate domani a sindaci di sette province siciliane dal prefetto Umberto Postiglione, direttore dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. La cerimonia si terrà alle 12 nel Lido dei Ciclopi di Aci Castello, stabilimento balneare del Catanese confiscato. Vi parteciperanno sindaci delle province di Catania, Messina, Siracusa, Ragusa, Agrigento, Caltanissetta ed Enna. Durante l’incontro al sindaco di Aci Castello sarà consegnato l’ex Hotel Cristal, che diventerà la sede del locale comando della polizia municipale e che continuerà a ospitare parzialmente la riserva marina protetta Area dei Ciclopi. All’Agenzia del Demanio, per esigenze delle forze dell’ordine, il prefetto Postiglione consegnerà 11 immobili da destinare a alloggi di servizio e alla realizzazione della nuova stazione dei carabinieri di Militello in Val di Catania.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa