WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, ridotta la condanna al “re dei supermercati”

Catania, rideterminata condanna a Scuto, 8 anni a imprenditore

Rideterminazione della pena da 12 a 8 anni di reclusione per associazione mafiosa dell’imprenditore, escludendo collegamenti con Cosa nostra di Palermo e confisca delle quote della società Aligrup a lui intestate

Catania, rideterminata condanna a Scuto, 8 anni a imprenditore

CATANIA - Rideterminazione della pena da 12 a 8 anni di reclusione per associazione mafiosa dell’imprenditore Sebastiano Scuto, escludendo collegamenti con Cosa nostra di Palermo e confisca delle quote della società Aligrup a lui intestate fino alla concorrenza di 15 milioni di bene e la restituzione di quanto sequestrato agli aventi diritto.  

È la sentenza della seconda Corte d’appello nei confronti dell’ex re dei supermercati in Sicilia. Il Pg aveva chiesto la conferma della condanna. Il procedimento si celebrava dopo che la Cassazione, il 4 giugno 2014, ha annullato con rinvio, ritenendo parzialmente non adeguata la motivazione, la condanna a 12 anni di reclusione per associazione mafiosa emessa il 18 aprile 2013 a conclusione del processo di secondo grado nella parte che riguarda i presunti contatti tra il re dei supermercatì e il boss Bernardo Provenzano e i fratelli Lo Piccolo per la gestione comune di centri commerciali a Palermo. Il 16 aprile del 2012 il Tribunale di Catania lo aveva condannato a 4 anni e 8 mesi di reclusione e assolto dall’accusa di avere gestito a Palermo centri commerciali in comune con i boss Bernardo Provenzano e i fratelli Lo Piccolo.  

Secondo i legali dell’imprenditore, i professori Giovanni Grasso e Guido Ziccone, la sentenza «ha escluso una correlazione diretta tra il delitto contestato a Scuto e l’intero patrimonio personale e familiare». «Si è confermato in modo inequivocabile, come riconosciuto già dalla Corte di cassazione - sottolineano gli avvocati - che le aziende di Scuto non costituiscono un’impresa mafiosa, il che impone la restituzione del suo patrimonio».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa