WHATSAPP: 349 88 18 870

A18 interrotta, il presidente Crocetta

A18 interrotta, il presidente Crocetta «Utilizzeremo i fondi della Protezione civile»

Protezione civile: pronti 26 mln / "Pronto al rimpasto di governo"

A18 interrotta, il presidente Crocetta «Utilizzeremo i fondi della Protezione civile»

«Partono i primi interventi di protezione civile in Sicilia sulla base della dichiarazione di emergenza che abbiamo fatto legata alle piogge che si sono verificate causando disastri nei vari comuni interessando arterie viarie e centri abitati». Lo ha annunciato il presidente della Regione Rosario Crocetta in conferenza stampa a Palazzo D’Orleans, a Palermo, insieme al dirigente generale del Dipartimento di protezione civile Calogero Foti e all’assessore regionale al Territorio Maurizio Croce. Il piano presentato prevede 16 tipologie di interventi per un costo complessivo di 26 milioni 328 mila euro.

PRONTO AL RIMPASTO DELLA GIUNTA

Riferendosi alla frana che si è verificata sulla A18 nei giorni scorsi Crocetta ha detto: «L’errore è stato fare diventare edificabili alcune zone come quella - ha aggiunto - Su questo faremo dei controlli. Il Cas non c’entra - ha aggiunto - Ci troviamo davanti una collina rocciosa con una zona friabile in un territorio comunale dove in passato sono state fatte delle scelte abitative». Riferendosi invece alla presenza di case e manufatti nella zona ha detto: «Non è il modo migliore per tutelare un territorio che presenta quelle caratteristiche, vanno fatte verifiche. Il Cas ha avviato i lavori dopo la frana a Letojanni, a mio avviso non può essere accusato né di ritardi né di niente. Lunedì faremo un sopralluogo con l’uso di droni per avere una mappatura del territorio», ha concluso. «In Sicilia le uniche opere le sta facendo il Cas. Perché punire un Ente che sta lavorando sodo? Se poi si vuole prendere questa scusa per trasferire il Cas a Roma... In questo caso il Consorzio per le Autostrade Siciliane non ha responsabilità. Se invece di fare villaggi vacanze avessero piantato alberi non sarebbe successo. Per il ripristino di entrambe le carreggiate useremo anche i droni».

GLI INTERVENTI

Crocetta ha spiegato che si tratta del primo stralcio di interventi per un totale di 26 milioni di euro, già finanziati: «Attendiamo finanziamenti per altri 40 milioni di interventi urgenti». Fra gli interventi previsti la ricostruzione di un tratto della provinciale 24 all’altezza di Caltavuturo per 7.5 milioni, e, sempre a Caltavuturo, la realizzazione di una pista alternativa per il superamento dell’interruzione della SP24 (700 mila euro) e il ripristino della funzionalità viaria di tratti interessati da frane (2 milioni); la realizzazione della bretella per il ripristino del transito sulla SP18 Vicari Sud-centro abitato Vicari (1.8 milioni); la ricostruzione del piano viabile e contenimento scarpate in alcuni tratti della SPA Mastrissa (1 milione); il consolidamento, il contenimento, la bonifica e la protezione scarpate a monte e il contenimento e il rifacimento del tratto piano viabile della SP13 (1.5 milioni); primi interventi di drenaggio e consolidamento del versante Serronello e opere di sistemazione idraulica per il convogliamento delle acque superficiali nel torrente Gibilcanna, per la messa in sicurezza degli edifici di civile abitazione interessati (3,8 milioni).

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa