WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, uccise pusher “ribelle” boss condannato all’ergastolo

Catania, uccise pusher “ribelle” boss condannato all’ergastolo

Francesco Di Stefano, considerato ai vertici del clan dei cursoti milanesi, riconosciuto colpevole di essere stato uno dei killer di Daniele Paratore, spacciatore ucciso nell’aprile del 2009
Catania, uccise pusher “ribelle” boss condannato all’ergastolo
CATANIA - Condannato all’ergastolo per essere stato uno dei killer che il 18 aprile del 2009 uccise il pusher Daniele Paratore, crivellato di colpi in via Bainsizza, nel cuore di San Berillo. I giudici della Corte d’Assise di Catania hanno letto la sentenza nel primo pomeriggio di ieri, accogliendo quasi del tutto le richieste dell’accusa che aveva chiesto il massimo della pena per l’imputato e due anni di isolamento diurno. Carcere a vita in primo grado quindi e un anno di isolamento diurno per Francesco Di Stefano, detenuto e ai vertici del clan dei cursoti milanesi.     A lui infatti si sarebbe rivolto lo stesso Paratore per chiedere protezione e saldare un debito legato allo spaccio, accumulato con il clan dei Cappello di Giovanni Colombrita. Paratore in cambio avrebbe poi continuato a spacciare per il nuovo gruppo, ma nel tempo non avrebbe rispettato i patti concordati e per questo sarebbe stata decisa la sua eliminazione.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa