home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Pescherecci di Mazara escono per le battute vigilati dalla Marina Militare

Dopo i tentativi di sequestro da parte autorità tunisine, scattano le contromisure per tutelare la flotta siciliana

Pescherecci di Mazara escono per le battute vigilati dalla Marina Militare

MAZARA DEL VALLO - Per scongiurare altri tentativi di sequestro, da ieri sera tre pescherecci mazaresi (Aliseo, Anna Madre e Atlantide) effettuano le loro battute di pesca in acque internazionali, a circa 30-35 miglia Nord-Est dalla località tunisina di Zarzis, vigilati dall’equipaggio di una nave della Marina militare italiana. Dopo l'ultimo tentativo di sequestro ai danni dell’Aliseo, avvenuto lo scorso 19 agosto e durante il quale si erano registrati spari da parte dei militari tunisini (il 2 agosto nella medesima situazione si era trovato l’Anna Madre), è stato il presidente nazionale di Federpesca Luigi Giannini a richiedere formalmente allo Stato l’utilizzo delle unità navali per tutelare i marittimi nell’area dove effettuano la pesca della triglia.

Un appello in tal senso era stato lanciato dall’armatore dell’Anna Madre, Giampiero Giacalone: «E' importante vigilare i pescherecci. Sono soddisfatto che la nostra richiesta non sia caduta nel vuoto - ha detto - e preoccupato perché ciò conferma la gravità di quanto è accaduto». 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO