WHATSAPP: 349 88 18 870

Maltempo: allarme arancione in Sicilia

Maltempo: allarme arancione in Sicilia si accende la polemica sugli allerta meteo

Bianco: «Il sistema è imperfetto e difforme da regione a regione»
Maltempo: allarme arancione in Sicilia si accende la polemica sugli allerta meteo
Il Dipartimento regionale della Protezione Civile ha diffuso un allerta meteo con allarme arancione dalla mezzanotte di oggi e per la giornata di domani per il rischio idrogeologico in diverse provincie della Sicilia, tra cui quella di Palermo. Si prevedono inoltre forti raffiche di vento, in intensificazione fino alla burrasca forte, con possibili mareggiate lungo le coste interessate. Il comune di Palermo ha allertato le strutture della Protezione civile e le aziende partecipate per gli interventi di competenza e ha disposto, sempre per domani, la chiusura delle ville pubbliche.   Intanto monta la polemica sul sistema allerta meteo. Il sindaco di Catania, Enzo Bianco, presidente del Consiglio nazionale dell’Anci, ha inviato una lettera al premier Matteo Renzi sulla «necessità di uniformare gli allerta meteo e di creare infrastrutture per contrastare il dissesto idrogeologico», citando il caso del Canale di gronda di Catania.   «La nuova grave ondata di maltempo che ha imperversato per tutto il Sud Italia confermando il mutamento climatico che viviamo - scrive Bianco -, ha ancora una volta reso palese che il sistema di allerta della Protezione civile è purtroppo largamente imperfetto, la classificazione in base a colori è difforme da regione a regione e inadeguata. Diventa quindi fondamentale creare una regola che stabilisca in maniera chiara e precisa le procedure da seguire in base al codice dell’allerta meteo, riguardo, ad esempio, alla chiusura di scuole o uffici o per convocare i volontari della Protezione Civile. Un’azione chiarificatrice consentirebbe ai Sindaci di intervenire più velocemente e in maniera ancora più efficace. Come presidente del Consiglio Nazionale dell’Anci ho già sollevato in sede di Conferenza unificata, tra enti locali e Stato, in un incontro, il problema dell’emergenza legato al maltempo ed alle forti precipitazioni, chiedendo una maggiore specificazione dell’attuale normativa».    Per quanto riguarda Catania e l’area della Città Metropolitana, «chiedo il massimo sostegno per il rapido completamento del Canale di gronda. Si tratta di un’opera fondamentale per mettere in sicurezza la città ma anche i comuni dell’hinterland che di fatto costituiscono la Città Metropolitana», scrive Bianco.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa