home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Incidente stradale a Torino: muore tragicamente ragazzo avolese

Incidente stradale a Torino: muore tragicamente ragazzo avolese

Nicolò Racioppo, ingegnere di 31 anni viveva e lavorava a Torino. Lunedi sera intorno alle 19, la sua auto, una Fiat Punto, è stata travolta da una Citroen guidata da un torinese di 65 anni

Incidente stradale a Torino: muore tragicamente ragazzo avolese

AVOLA - Una vita spezzata prematuramente, un giovane e valido avolese morto tragicamente in un incidente stradale. Nicolò Racioppo, ingegnere di 31 anni viveva e lavorava a Torino. Lunedi sera intorno alle 19, la sua auto, una Fiat Punto, è stata travolta da una Citroen guidata da un torinese di 65 anni. Lo schianto per Nicolò è stato fatale. I sanitari del 118, arrivati sul luogo dell’incidente, non hanno potuto far altro che constare la morte del giovane. Fuori pericolo di vita, invece, il conducente della Citroen che, trasportato al Cto di Torino, ha riscontrato una frattura del bacino e un trauma cranico. Ancora tutta da chiarire la dinamica dell’incidente avvenuto sulla strada provinciale 6 che collega Torino ai comuni dell’hinterland.  

 

Il giovane aveva finito di lavorare e stava tornando nella sua abitazione a Torino. Secondo le prime ricostruzioni dei Carabinieri, pare che la vittima aveva appena svoltato a destra imboccando la sp 6 in direzione di Pinerolo. Accortosi di aver sbagliato strada – almeno così riferiscono le autorità - pare che il giovane abbia deciso di fare inversione di marcia. Nella manovra la Citroen guidata dal 65enne è andata a schiantarsi contro l’auto del ragazzo. Sull’indicente sta indagando la Stazione dei Carabinieri di Piossasco. Quando la notizia è arrivata in città, la reazione degli amici e dei familiari di Nicolò è stata di totale incredulità. I genitori del ragazzo la sera stessa sono volati a Torino.  

 

Gli amici si sono raccolti nel dolore e hanno riempito i social di messaggi in ricordo di Nicolò. «Era un ragazzo straordinario, lo si può definire solo così» dice Vincenzo. Equilibrato, intelligente e sempre scherzoso, Nicolò si era laureato qualche anno fa al Politecnico di Torino e lavorava da qualche tempo in un azienda nell’hinterland torinese. La salma del ragazzo rientrerà ad Avola per i funerali.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa