WHATSAPP: 349 88 18 870

Messina, rapina e uccide un uomotradito da mozzicone di sigaretta

Messina, uccide per rapina un uomo radito da mozzicone di sigaretta

Il presunto assassino sarebbe stato tradito da una cicca lasciata sul luogo del delitto: la sua vittima non era un fumatore e ciò ha insospettito gli investigatori

Messina, uccide per rapina un uomo radito da mozzicone di sigaretta

La polizia ha eseguito a Messina una misura cautelare in carcere nei confronti di un uomo che lo scorso luglio si sarebbe introdotto nell'abitazione di un anziano, lo avrebbe rapinato e aggredito colpendolo ripetutamente alla testa procurandogli un trauma cranico a causa del quale è morto dopo due mesi.

La polizia di Stato ha arrestato Gesualdo Castorina, 28 anni, con l'accusa di omicidio. Era la mattina del 10 luglio scorso quando la vittima, un 62enne messinese, venne ritrovato dal fratello, nel bagno dell'appartamento del centro città in cui abitava, col volto tumefatto e pieno di lividi e con tutto il corpo pieno di sangue.

Soccorso dai sanitari del 118 venne portato al Policlinico dove i medici lo sottoposero ad un intervento chirurgico nel tentativo di arginare i danni provocati dalla grossa frattura al capo che aveva riportato nell'aggressione.

Il 9 settembre, dopo due mesi di agonia, morì al Centro Neurolesi, dove era stato trasferito. Ad insospettire gli agenti anche un mozzicone di sigaretta trovato a terra, e la scoperta che sia la vittima che i suoi familiari non erano fumatori. L'arrestato si trova ora nel carcere di Messina - Gazzi.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa