WHATSAPP: 349 88 18 870

Agrigento, chiede pizzo per il bossche però dal carcere smentisce

Agrigento, chiede pizzo per il boss che però dal carcere smentisce

I Cc hanno arrestato un uomo per estorsione: “Ha chiesto denaro per conto di Gerlandino Messina”. Ma l’ex numero 2 di Cosa nostra agrigentina: “E’ un balordo, non lo conosco”

Agrigento, chiede pizzo per il boss che però dal carcere smentisce

I carabinieri di Agrigento hanno arrestato un parcheggiatore accusato di avere chiesto il pizzo in nome e per conto di Gerlandino Messina, il boss empedoclino detenuto al 41 bis. Ma l’ex numero 2 di Cosa nostra agrigentina, dal carcere, attraverso il suo difensore, ne ha preso le le distanze: “Non è vero, questo è solo millantato credito e frutto della fantasia di un balordo”. In manette è finito Ignazio Natalello di 60 anni, agrigentino, noto per essere anche uno dei capi dei portatori della statua di San Calogero, copatrono di Agrigento, durante la processione. I carabinieri lo hanno fermato in flagranza di reato, per estorsione. L’uomo – secondo le ricostruzioni investigative – aveva preso di mira alcuni negozi della zona del Villaggio Mosè. Prima inseriva la colla nei lucchetti delle saracinesche dei negozi e poi l’indomani mattina chiamava dicendo: “Dovete darmi i soldi per Gerlandino Messina”. I commercianti lo hanno però denunciato e ieri sera, Natalello che aveva dato un appuntamento ad un esercente, dicendogli di raccogliere anche i soldi degli altri commercianti, per incassare il denaro, ha invece trovato i militari che lo hanno posto in stato di fermo su disposizione del sostituto procuratore Matteo Delpini. Ora la precisazione del boss che attraverso il suo legale, Salvatore Pennica, ha preso le distanze: “Non lo conosco e certamente non ha chiesto soldi per mio conto”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa