home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Meteo, dopo le polemiche arriva il maltempo

Meteo, dopo le polemiche arriva il maltempo Ciclone su Catania e costa jonica della Sicilia

Danni e disagi, centinaia di chiamate ai vigili del fuoco

Scuole e cimitero etneo chiusi anche domani VD / FT1 - FT2 - FT3

Meteo, dopo le polemiche arriva il maltempo Ciclone su Catania e costa jonica della Sicilia

CATANIA – Alla fine il maltempo è arrivato. Forte, fortissimo, come era previsto dagli allerta meteo che da due giorni avevano messo in guardia la Sicilia ma che poi non si erano manifestati con eventi atmosferici degni di nota. Ora invece l’Isola è alle prese con una violenta ondata di maltempo, segnata da abbondanti piogge, forti venti di maestrale, danni e rischi. E’ stato nella notte tra sabato e domenica che le condizioni meteo si sono aggravate in maniera considerevole, dopo che fino a ieri si polemizzava ancora sull’eccessivo ricorso agli allerta meteo: a Catania e in molti comuni erano state chiuse le scuole, ma la città si era risvegliata con il sole.

 

VIDEO - VIDEO 2 - FOTOGALLERY 1 - 2 - 3 

 

Oggi invece Catania e gran parte della Sicilia hanno aperto gli occhi sotto temporali con pochi precedenti rispetto alla quantità di acqua caduta, almeno sulla costa orientale e sul Catanese: fino a 300 mm in 12 ore (un millimentro di pioggia corrisponde a un litro su metro quadro). E le conseguenze sono gravi: cornicioni che cadono, anche su vetture in sosta, garage invasi dall’acqua, automobilisti soccorsi dai vigili del fuoco, ma anche rami di alberi divelti e coperture di tetti saltati, un torrente esondato tra Catania e Enna, nelle campagne di valle Barbadasino, e Eolie e Ustica isolate.  A causa del maltempo a Catania due voli sono stati dirottati sullo scalo palermitano Falcone Borsellino. Sono l'Easyjet da Parigi delle 11.45 e l'Airberlin da Dusseldorf delle 12.10. Un volo da Londra si trova sullo scalo catanese di Fontanarossa per verificare se riesce ad atterrare.

 

E questo è solo primo bilancio. Sono diverse centinaia le richieste di aiuto pervenute ai vigili del fuoco dell’isola. A Catania e provincia tanti coperture precarie e cartelloni divelti, allagamenti. Le zone sul mare le più colpite: ma finora si segnalano solobgravi danni alle cose. Un grosso cavo elettrico caduto nel cimitero ha portato alla chiusura della struttura. Il danno si era verificato alle 05.45 ed era stato riparato, tanto che il cimitero era stato riaperto alle 08.40, dopo che operai dell'Enel e della Multiservizi avevano rimesso in sicurezza i viali. Ma alle 11 il sindaco Enzo Bianco ha disposto la chiusura del Cimitero e della Fiera dei Morti - nell'area i tecnici comunali controllano costantemente lo stato del torrente Forcile - a causa dell'aggravarsi delle condizioni del tempo, con un fortissimo temporale abbattutosi su Catania. Anas «comunica che, a causa di allagamenti provocati dalle intense piogge delle ultime ore, sull'autostrada A19 Palermo-Catania è chiuso provvisoriamente al traffico, in entrambe le direzioni,  lo svincolo di Motta Sant'Anastasia, al km 182,500». A Catania il cimitero e le scuole rimarranno chiusi anche domani lunedì 2 novembre, così come disposto ioggi dall'amministrazione

 

Un vero e proprio fiume d'acqua si è riversato sulla città dai paesi etnei allagando la circonvallazione, dove numerosi automobilisti rimasti bloccati e sono stati soccorsi dalla Protezione civile. Il sindaco Bianco ha seguito gli sviluppi dell'emergenza e stamattina ha coordinato le operazioni dal Centro operativo comunale che, secondo quanto prevede il Piano di emergenza della città di Catania, dirige tutte le operazioni di Protezione civile. Il vento ha fatto cadere alberi, pali della luce e cartelloni pubblicitari in tutta la città. Per sicurezza è rimasto chiuso il Giardino Bellini. Il Servizio Ecologia ha attivato tutti gli operai reperibili. Si sta provvedendo anche alla rimozione di un palo dell'illuminazione alto dieci metri caduto sul Lungomare. Interventi anche, da parte dei Vigili del fuoco, su alcuni cornicioni pericolanti in via Plebiscito, dove è anche stata divelta dal vento una copertura. Tra gli altri problemi rilevati tra ieri e stamattina, la frana di un muro di mattoni a San Giovanni Li Cuti e una grata caduta dal campanile di Santa Chiara in via Garibaldi.

 

E Enna è franato un tratto di strada che dal castello di Lombardia conduce a piazza prefettura. La via si trova sopra la ‘panoramica’, i cui ponti, con campate di 40 metri di altezza, erano già crollati negli anni scorsi. Per precauzione i vigili del fuoco hanno fatto evacuare alcune famiglie dalle loro abitazioni. Il soffitto di una palazzina è crollato in via La Masa a Palermo, per fortuna senza procurare feriti. A causa delle piogge di questi giorni le infiltrazioni d’acqua hanno indebolito la struttura che in seguito al temporale della notte scorsa è ceduto.  Difficile la situazione della viabilità Nell’Ennese, dove già le strade sono in pessime condizioni. A causa dell’esondazione del torrente Vardasino, è chiusa al traffico la statale 288 di Aidone, tra le province di Enna e Catania. Sul posto ci sono personale Anas e i carabinieri per la gestione della viabilità.

 

Nel Messinese, le onde alte i marosi hanno invaso i lungomare di diversi paesi, in particolare da Letojanni a Roccalumera. La sabbia sulla carreggiata ha indotto gli amministratori di Letojanni, S. Alessio, Furci e Roccalumera a chiudere i lungomare. A Misserio, frazione collinare di S. Teresa di Riva si è allagato parte del cimitero. A Messina allagate diverse strade e cantine. Alcune frazioni di Messina risultano isolate a causa dei detriti che hanno bloccato le strade.  Chiuso per frana un tratto della statale 114 in località Scaletta Zanclea, in provincia di Messina.

 

A Palermo notte di grande lavoro per i vigili del fuoco. Sono stati 40 gli interventi a causa della pioggia che si  è abbattuta sul capoluogo. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa