WHATSAPP: 349 88 18 870

Enna, l’Asp chiede i locali della facoltà romena di Medicina

Enna, l’Asp chiede i locali della facoltà romena di Medicina

Due mesi a partire dal 24 ottobre scorso per lasciare liberi i locali dell’ospedale Umberto I a Enna. È l’ultimatum dell’Asp 4 al Fondo Proserpina, interfaccia ennese della facoltà di Medicina dell’Università “Dunarea de Jos”
Enna, l’Asp chiede i locali della facoltà romena di Medicina
Due mesi a partire dal 24 ottobre scorso per lasciare liberi i locali dell’ospedale Umberto I a Enna. È l’ultimatum dell’Asp 4 al Fondo Proserpina, interfaccia ennese della facoltà di Medicina dell’Università “Dunarea de Jos” di Galati. Lo ha comunicato, in una lettera indirizzata all’Assessorato per la Salute della Regione siciliana il Direttore Generale dell’Asp 4, Giovanna Fidelio.   La lettere, di fine ottobre, è stata inviata anche all’Assessorato regionale per l’Istruzione e la Formazione, al Rettore dell’Università Kore di Enna, ed alla Fondazione Proserpina, ora “Fondo Prosperpina S. r. l. ”. Proprio quest’ultima “è invitata” nel termine perentorio di due mesi a lasciare liberi i locali del presidio Ospedaliero Umberto I di Enna, concessi Fondo Proserpina S. r. l dalla precedente direzione aziendale. Dopo l’apertura dell’inchiesta da parte della procura ognuno, dunque, tira i remi in barca. Già la Polizia Giudiziaria e la Guardia di Finanza stanno acquisendo atti e procedendo con gli interrogatori. Mentre il direttore dell’Asp Giovanna Fidelio è stata già ascoltata sia dal Prefetto che dalla Procura.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa