WHATSAPP: 349 88 18 870

Ragusa, si uccise per la casa: rinviato sfratto famiglia Guarascio

Ragusa, si uccise per la casa: rinviato sfratto famiglia Guarascio

Si attende ancora la decisione magari della procura iblea sulle illegittimità emerse in sede istruttoria per la vendita all’asta dell’immobile
Ragusa, si uccise per la casa: rinviato sfratto famiglia Guarascio
RAGUSA - Lo sfratto della famiglia Guarascio, il muratore di Vittoria che si diede fuoco per salvare la sua casa il 15 maggio 2013, dalla propria abitazione di via Brescia, fissato per oggi è stato rinviato al prossimo 18 novembre. Ancora qualche giorno in attesa che arrivi la decisione magari della procura iblea sulle illegittimità emerse in sede istruttoria per la vendita all’asta dell’immobile. Oggi a fianco dei figli di Guarascio, in attesa dell’ufficiale giudiziario, impegnati nella strenua lotta per la loro casa, c’era anche Don Vincenzo Sanzone, il prete di Castellammare di Stabia (Napoli) molto vicino alla famiglia vittoriese.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa