WHATSAPP: 349 88 18 870

Palermo, sospesi 8 mila forestali: la giunta approva la delibera

Palermo, sospesi 8 mila forestali: la giunta approva la delibera

Oltre ai lavoratori di Palermo e provincia, a Palermo sono attesi 30 pullman dalle province già colpite da provvedimenti di sospensione dei lavoratori: 13 da Catania, 8 da Siracusa 10 da Ragusa e 4 da Enna
Palermo, sospesi 8 mila forestali: la giunta approva la delibera
PALERMO - Gli 8 mila forestali palermitani sono sospesi da oggi e tornano in piazza per la manifestazione regionale di Flai, Fai, Uila indetta per questa mattina dalle 10 a piazza Indipendenza. «Da questa mattina non lavora più nessuno, è scattata la sospensione per tutti, per quelli dell’antincendio, per chi fa 78 giornate, per 101unisti e 151unisti - dichiara il segretario della Flai Cgil di Palermo Tonino Russo - resteremo in piazza fino alla riunione di giunta del pomeriggio. La situazione è diventata insostenibile e drammatica, questi lavoratori non completeranno le loro giornate, i 78ttisti hanno già perso 10 giornate. Oggi, per lo sciopero regionale proclamato dai sindacati, ci sono iniziative nei comuni, c’è fibrillazione ovunque, si parla di occupazioni che stanno scattando in varie paesi». Oltre ai lavoratori di Palermo e provincia, a Palermo sono attesi 30 pullman dalle province già colpite da provvedimenti di sospensione dei lavoratori: 13 da Catania, 8 da Siracusa 10 da Ragusa e 4 da Enna. I sindacati chiedono un incontro col presidente della Regione Crocetta e con l’assessore all’Agricoltura Cracolici.   «Quello che chiediamo al governo è l’anticipo di una parte degli 88 milioni della delibera Cipe che servono per immettere al lavoro tutti. Oltre a questo chiediamo che il governo trovi una soluzione per il 2016, di riordino del comparto e delle funzioni, partendo dal fatto che si tratta di un lavoro utile per la Regione siciliana, il cui territorio appare fortemente danneggiato dal dissesto idrogeologico di questi anni. È impensabile che nel 2016 per i forestali si ripeta di nuovo una tale via crucis».   Su proposta dell’assessore all’Agricoltura Antonello Cracolici, la giunta regionale ha approvato il testo con il quale si iscrivono le somme per i lavoratori forestali, previsti dalla delibera Cipe dello scorso 6 novembre. Lo rende noto il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta. Presupposto indispensabile è ora la sottoscrizione da parte del Mef e della Presidenza del consiglio della avvenuta deliberazione Cipe. «Con tale deliberazione - sostengono Crocetta e Cracolici - rendiamo possibile l’avvio per 50 milioni di euro di interventi sull’intero territorio siciliano, finalizzati a prevenire i fenomeni di dissesto possibili con l’approssimarsi della stagione invernale e intervenire immediatamente in aree critiche, dove si sono manifestati gravi fenomeni di dissesto del territorio».   «Si tratta di un impegno ad anticipare le risorse», scrivono in una nota i segretari generali di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil, Salvatore Tripi, Fabrizio Colonna e Gaetano Pensabene, «legato alla definizione del percorso della delibera». Tant’è che i sindacati parlano di “risultato parziale” e mantengono la mobilitazione della categoria, con presidi territoriali e la vigilanza continua sull’iter del provvedimento. «Ci riterremo soddisfatti - puntualizzano i tre sindacalisti - solo quando i forestali torneranno al lavoro».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa