WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, ztl Bellini: quasi pronto il sistema di videosorveglianza

Catania, ztl Bellini: quasi pronto il sistema di videosorveglianza

Ogni giorno sono decine i mezzi che vìolano i varchi del quadrilatero del centro storico ad altra concentrazione di pub e locali. Le prime due telecamere saranno in funzione entro l’anno
Catania, ztl Bellini: quasi pronto il sistema di videosorveglianza
L’infinita sperimentazione della videosorveglianza ai primi e al momento unici due varchi della Ztl “Bellini” a essere dotati di telecamera starebbe per concludersi. Dopo una serie di problemi e intoppi tecnici che ormai da oltre un anno ritardano l’entrata in funzione del sistema basato sul rilevamento delle targhe e conseguente multa elettronica ai mezzi non compresi nella “lista “bianca” dei veicoli autorizzati, il Comune sembra finalmente pronto a tutelare un po’ meglio, con l’ausilio della tecnologia, la zona a traffico limitato del quadrilatero ad alta concentrazione di pub e locali attorno a piazza Bellini. Qui giornalmente continuano a registrarsi decine di accessi irregolari di veicoli non autorizzati, con ulteriori problemi per la viabilità nelle sere del fine settimana e negli orari di una movida spesso caotica e senza regole.   «Siamo quasi pronti per terminare la sperimentazione e avviare i controlli effettivi con la videosorveglianza - spiega il vicecomandante dei Vigili urbani Stefano Sorbino - previa comunicazione ai cittadini che saranno avvertiti, contiamo entro l’anno di rendere operativo il sistema, cominciando dai due varchi di via Sant’Agata e via Landolina dove abbiamo da tempo installato due telecamere». Si tratta di un passaggio da tempo atteso, che consentirà di rendere operativo il collegamento delle due telecamere agli incroci con via Vittorio Emanuele, con il server di cui è dotato il Comando della Polizia municipale, che dopo aver ricevuto l’immagine che immortala l’infrazione con relativa targa del veicolo, provvederà a spedire il verbale all’automobilista indisciplinato. Si tratta ancora di una realizzazione parziale dell’intero progetto di videosorveglianza della zona a traffico limitato, che era stato avviato dalla precedente amministrazione, e che oltre al centro storico comprende anche San Giovanni li Cuti, e del resto non sfugge a nessuno che in una città come Catania, dove lo stesso primo tratto di via Etnea appare spesso un po’ troppo “trafficato”, appena due telecamere su un solo lato della Ztl “Bellini” possono rappresentare un segnale e un deterrente anche valido ma non ancora sufficiente.   «Ci sono stati dei problemi tecnici per consentire al nuovo sistema di poter dialogare con quello già eistente - aggiunge il vicecomandante della Polizia municipale - che sono in fase di soluzione per partire intanto con le prime due telecamere, e passare poi a un’implementazione del sistema con altre dodici telecamere nel corso del 2016». Questa sarà a regime la videosorveglianza della zona a traffico limitato, con telecamere previste tra l’altro all’ingresso di piazza Bellini sul lato di via Sangiuliano, uno dei varchi più violati, ed anche a tutela di via Crociferi.   La lista bianca o “white list” che viene aggiornata in tempo reale comprende le targhe autorizzate all’accesso nella Ztl e conta al momento poco meno di un migliaio di veicoli, considerando oltre ai residenti i mezzi per lo scarico merci delle attività commerciali, negli orari previsti. Si tratta di uno degli aspetti più delicati del nuovo sistema di controllo dei varchi, tra la necessità di tutelare chi ha legittimi diritti e motivi di accesso, e chi punta invece a ottenere il pass per comodità o peggio per il proprio “status”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa