WHATSAPP: 349 88 18 870

L’Ad dell’Anas Armani: «Il Ponte?

L’Ad dell’Anas Armani: «Il Ponte? Solo tre km ed è ovviamente fattibile»

Franceschini: «Sì all'alta velocità a Catania e Palermo»

L’Ad dell’Anas Armani: «Il Ponte? Solo tre km ed è ovviamente fattibile»

«Sono solo tre chilometri di distanza e la struttura, pensata fin dai tempi dei romani, è ovviamente fattibile». Così il presidente e amministratore delegato di Anas, Gianni Vittorio Armani, intervistato da Enrico Cisnetto a Roma InContra. «A noi - spiega Armani - ci interessa perché come Anas siamo i detentori del progetto, ma parlarne troppo non serve, perché prima abbiamo tanto da fare a livello di manutenzione delle infrastrutture esistenti».

 

«In passato era un simbolo, era stato presentato come un simbolo non collegato a un piano strategico. Mi pare che la volontà che il presidente del Consiglio ha espresso e che condivido assolutamente di portare l'alta velocità nel Sud, farla arrivare in Sicilia e recuperarla anche sul versante adriatico, comporta, come conseguenza, anche il Ponte sullo Stretto». Così il ministro ai Beni Culturali e al Turismo Dario Franceschini a margine del convegno "Orizzonte 2020: quali risorse per il turismo" a Palazzo Giustiniani a Roma.

 
«Renzi ha proposto l'alta velocità in Sicilia e del Ponte sullo Stretto, non come cattedrale nel deserto, come spesso in passato è stato affrontato, ma come un pezzo di disegno che porti l'alta velocità a Palermo e a Catania. Discorso, compreso il ponte, che io condivido assolutamente». Così il ministro Dario Franceschini, durante il convegno "Orizzonte 2020: quali risorse per il turismo" a Palazzo Giustiniani a Roma. Il ministro ha sottolineato come «sia stato a lungo trascurato, anche dal punto di vista turistico, il versante adriatico dell'Italia»: «Noi abbiamo 500 km di costa che vanno da Pesaro a Termoli con una ferrovia ottocentesca che ha fatto svalutare le potenzialità di offerta turistica di chilometri e chilometri di costa». Secondo Franceschini bisogna intervenire «sul tratto che collega Taranto, con il suo porto sul Mediterraneo, e Bologna, spostandola all'interno». «Questo consentirebbe di avere l'alta velocità che attraversa gli aeroporti - ha spiegato il ministro - Non dobbiamo commettere gli errori del passato in cui c'era competizione tra ferrovie e aeroporti».
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa