WHATSAPP: 349 88 18 870

Viaggi a spese del comuneindagato il sindaco di Priolo

Viaggi a spese del comune indagato il sindaco di Priolo

Gli agenti del commissariato di Priolo Gargallo hanno eseguito due misure cautelari nei confronti del sindaco di Priolo Antonello Rizza e di una dipendente comunale Lucia Grasso per truffa aggravata

Viaggi a spese del comune indagato il sindaco di Priolo

SIRACUSA - Gli agenti del commissariato di Priolo Gargallo hanno eseguito due misure cautelari nei confronti del sindaco di Priolo Antonello Rizza, 52 anni, e di una dipendente comunale Lucia Grasso, 52 anni: entrambi hanno l’obbligo di firma alla polizia giudiziaria. Sono accusati a vario titolo di abuso ufficio, turbativa d’asta, corruzione per atto contrario ai doveri d’ufficio, truffa aggravata ai danni del Comune, induzione indebita a dare e promettere utilità. Le indagini, dirette dal sostituto procuratore Tommaso Pagano e coordinate dal procuratore Francesco Paolo Giordano, hanno riguardato tre viaggi ricreativi per cure termali o motivi religiosi organizzati dal Comune in favore di anziani e soggetti bisognosi. In particolare due a Montecatini Terme ed uno a Roma e Assisi tra il 2011 ed il 2015. A due viaggi avrebbe partecipato il primo cittadino con alcuni familiari. Gli investigatori di Priolo, in collaborazione con gli agenti di Parma, Napoli e Bologna, hanno acquisito documentazione al Comune, nelle strutture alberghiere e nelle agenzie di viaggio. Le indagini scrive nell’ordinanza il gip Michele Consiglio avrebbero provato l’esistenza di un «sistema finalizzato a sfruttare l’occasione dei viaggi per ottenere la possibilità di partecipare gratuitamente». Altre tre persone risultano indagate. Una responsabile di un’agenzia di viaggi, un ex consigliere comunale è un dirigente del comune di Priolo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa