WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, no del Csm a Virga sulla destinazione in Tribunale

Catania, no del Csm a Virga sulla destinazione in Tribunale

L’ex presidente della sezione Misure di prevenzione del tribunale di Palermo, aveva chiesto il trasferimento temporaneo nella città etnea
Catania, no del Csm a Virga sulla destinazione in Tribunale
La Prima Commissione del Csm spegne, almeno per ora, la speranza di Tommaso Virga - uno dei giudici di Palermo coinvolti nell’inchiesta che vede al centro l’ex presidente della sezione Misure di prevenzione del tribunale di Palermo - di vedere archiviata la procedura di trasferimento d’ufficio per incompatibilità ambientale che è stata aperta nei suoi confronti. Un risultato che il magistrato contava di raggiungere, per aver chiesto di essere destinato temporaneamente al tribunale di Catania per dare una mano a uno degli uffici giudiziari più in affanno con le richieste di asilo dei migranti. Ma la Commissione ha ritenuto che una semplice assegnazione provvisoria ad un altro tribunale non possa essere equiparata a un vero e proprio trasferimento volontario, come quello che hanno chiesto altri due magistrati coinvolti nell’inchiesta di Palermo, Fabio Licata e Lorenzo Chiaramonte; e dunque non possa determinare l’archiviazione della procedura per incompatibilità ambientale. A Virga è stata tuttavia concessa una breve proroga dei termini entro i quali presentare memorie e istanze difensive: la scadenza è slittata a sabato prossimo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa