WHATSAPP: 349 88 18 870

Favara, cade in pozzetto dell’acqua ritrovato vivo dopo tre giorni

Favara, cade in pozzetto dell’acqua ritrovato vivo dopo tre giorni

Pensionato favarese di 75 anni, affetto da problemi psichici, tratto in salvo, vivo, dopo ore e ore del giorno e della notte passate all’addiaccio
Favara, cade in pozzetto dell’acqua ritrovato vivo dopo tre giorni
FAVARA - Impossibilitato a muoversi all’interno di un pozzetto, mentre le sue grida d’aiuto rimanevano inascoltate per quasi tre giorni. Non è esagerato parlare di miracolo se un pensionato favarese di 75 anni, affetto da problemi psichici, è stato tratto in salvo, vivo, dopo ore e ore del giorno e della notte, passate all’addiaccio. Ora si trova ricoverato all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, anche se non versa in pericolo di vita. Teatro del fatto è stata la contrada Pioppo, nei pressi della strada vecchia che dalla piscina comunale di Favara porta alla strada statale 640 Agrigento-Caltanissetta. Quella che doveva essere una passeggiata solitaria, percorsa diverse volte, si è trasformata per lui in un incubo che si è protratto per tutte le giornate di venerdì e sabato, e due notti intere.     Un incubo che è cominciato all’ora di pranzo di venerdì, quando, l’anziano, ha affrontato a piedi un tratto di strada a lui conosciuta. Ma qui deve aver perso l’equilibrio, finendo in fondo ad un burrone di pochi metri e terminando la caduta fino al punto dove è stato ritrovato ieri mattina, in ipotermia e debole, da un gruppo di persone, che facevano jogging. Prima ancora, nella mattinata di sabato, la sorella sessantottenne dell’anziano aveva bussato alla porta della caserma dei carabinieri della Tenenza di Favara, e ai militari in servizio, ha presentato la denuncia di scomparsa del congiunto.     E’ stato accertato che il poveretto venerdì era caduto, finendo all’interno di un pozzetto dell’acqua alto un paio di metri, senza riuscire a risalire. I suoi “salvatori”, hanno allertato i carabinieri e un’ambulanza del 118. Poi in pochi minuti l’anziano è stato recuperato. Cosciente, nonostante fosse rimasto bloccato ed incapace di ogni movimento per giorni, portando solamente le conseguenze dovute all’esposizione ad eventi atmosferici decisamente avversi. Soprattutto il freddo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa