home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

La Regione si riprende i servizi informatici

E servizi, la Regione si riprende i servizi informatici In Val d'Aosta resta (per ora) solo laSanità

Ingroia: "Stop ad una dipendenza inaccettabile"

E servizi, la Regione si riprende i servizi informatici In Val d'Aosta resta (per ora) solo laSanità

I server della Regione siciliana sono a Palermo custoditi nel centro tecnico di Sicilia E-Servizi, la società che gestisce i sistemi informatici della Sicilia, guidata da Antonio Ingroia. Fino a qualche giorno fa erano in Val D'Aosta, dove è situato il cervellone informatico di Engineenering, l'ex socio privato di Sicilia e-Servizi che con la società è in contenzioso da tempo.

 

L'operazione di trasferire dati e server è stata decisa da Ingroia dopo il blackout informatico del 30 novembre scorso "pilotato" da Engineering, che ha paralizzato la Sicilia per 48 ore: il trasferimento sarà completato entro l'11 dicembre. Da mercoledì scorso, due squadre di ingegneri di Sicilia E-Servizi sono al lavoro tra Point Saint Martin, in Val D'Aosta, e Palermo per trasferire infrastrutture, funzionalità, applicativi e server in Sicilia. Da oggi server e servizi informatici regionali (dalla contabilità alla posta elettronica ai sistemi informativi del lavoro o alla protezione civile) non dipendono più dall'ex socio privato Engineering, ma sono nella disponibilità materiale e immateriale di Sicilia e-Servizi che li gestisce in autonomia. Gli unici servizi informatici che resteranno attivati dall'ex socio privato in Val D'Aosta sono quelli legati alla sanità (Cup, 118, anagrafe degli assistiti dei medici di base) perché la Regione non ha ancora nominato la commissione di collaudo.

"Quella di oggi è una giornata storica non solo per la storia di Sicilia E-servizi ma per la Sicilia e i siciliani", ha detto Ingroia. "Si è posto fine a una dipendenza inaccettabile, a una condizione di soccombenza della Sicilia a un socio privato che ha avuto un ruolo importante per l'avvio dell'informatica in Sicilia ma che si è trasformato in un dominus - ha aggiunto - Abbiamo avviato un percorso irreversibile che porterà la Sicilia ad essere autonoma dal punto di vista dei servizi legati all'informatica da fornitori, soci privati e centri tecnici allocati in Val D'Aosta. Da oggi nella sede di Sicilia E-Servizi abbiamo un centro tecnico funzionale ed efficiente".

 

E ha spiegato che "mercoledì scorso una squadra di tecnici della società siciliana da Pont Saint Martin ha avviato una procedura virtuale di trasferimento a Palermo di dati, applicativi e programmi, che i server informatici della Regione sono stati caricati su un camion e sono arrivati oggi a Palermo". "Non abbiamo completato le operazioni, i nostri tecnici continuano a lavorare, l'ultima nostra macchina nostra spenta a Pont Saint Martin l'11 dicembre", ha concluso.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa