home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, con lo «street control»le doppie file sono in (lieve) calo

Catania, con lo «street control» le doppie file sono in (lieve) calo

Il primo bilancio dei vigili urbani: elevate 50 multe al giorno. L’effetto deterrente c’è ma le infrazioni sono ancora troppe

Catania, con lo «street control» le doppie file sono in (lieve) calo

L’effetto panico ricorda un po’ il fuggi fuggi che nel famoso film di Spielberg provocava tra i bagnanti la pinna dello squalo affiorando tra le acque della spiaggia americana. Qui siamo sulla terraferma, dentro il “film” quotidiano e non meno avventuroso del traffico delle strade catanesi, dove da un paio di settimane l’”incubo” degli automobilisti è invece quello di veder affiorare tra la distesa di lamiere la temutissima telecamera dello “Street Control” montata sul tettuccio dell’auto dei vigili urbani. In questi casi, ad aumentare esponenzialmente è anche il traffico telefonico e sui social, per avvisare parenti e amici al volante che il pericolo si aggira in una data zona e in una certa strada, con il conseguente consiglio di evitare in particolare la sosta irregolare.

 

Effetti prevedibili della svolta tecnologica con cui i vigili urbani stanno affrontando la più diffusa delle infrazioni stradali in città, quella capace di creare caos e ingorghi un serie, anche per la difficoltà di trovare parcheggio regolare e per l’inefficienza del trasporto pubblico, se proprio vogliamo riconoscere delle attenuanti agli automobilisti catanesi, che spesso dimenticano però del tutto il codice stradale. In ogni caso, la telecamera utilizzata per rilevare le targhe dei veicoli posteggiati in doppia fila - senza che all’interno sia presente il conducente né alcun passeggero - sta anche producendo un certo effetto deterrente, che poi è quello che si vuole raggiungere, contenendo anche se ancora “lievemente” il dilagante fenomeno. «La gente riconosce lo Street control sulle nostre auto che circolano a bassa velocità sulle strade più trafficate - spiega il vicecomandante dei Vigili urbani Stefano Sorbino - e questo ha già prodotto un effetto deterrente e una lieve diminuzione delle soste in doppia fila.

 

Nella prima settimana il servizio ha avuto proprio questa funzione, con un bilancio di 250 multe, mentre adesso siamo sulla media di cinquanta multe al giorno per auto in doppia fila senza conducente né passeggeri, mentre se all’interno c’è qualcuno viene invitato a spostare il veicolo. Stiamo anche predisponendo la comunicazione sul sito del Comune delle zone in cui viene utilizzato lo Street control, non delle strade, non essendo questo un servizio fisso come l’autovelox». Le strade più battute in queste due settimane sono state quelle da bollino rosso della viabilità cittadina, tra centro storico, viali e vie commerciali attorno al corso Italia. Lo Street Control è temuto anche perché rileva in tempo reale, incrociando i dati on line, se il veicolo è sprovvisto di copertura assicurativa o revisione - irregolarità sempre più diffuse in città col dilagare della crisi - casi in cui il proprietario è già passibile di sanzione e viene invitato a produrre i documenti necessari.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa