WHATSAPP: 349 88 18 870

Estorsioni: quattro imprenditori condannati per false dichiarazioni

Estorsioni: quattro imprenditori condannati per false dichiarazioni

CALTANISSETTA - Il Tribunale di Caltanissetta ha condannato quattro imprenditori edili per avere negato di avere subito estorsioni da parte di Cosa Nostra, quando furono interrogati in Procura. I giudici hanno inflitto un anno e sei mesi ciascuno ad Antonino Paponelli, 56 anni, di Paternò e Salvatore Tumminelli, 83 anni, di Caltanissetta e un anno a testa a Gualtiero Riggio, 60 anni, e Giuseppe Michele Pastorello, 69 anni, entrambi di Caltanissetta. False dichiarazioni al pubblico ministero il reato per il quale i quattro imputati sono stati condannati, ma i giudici hanno cancellato per tutti l’aggravante di avere favorito la mafia e concesso la sospensione condizionale della pena. I quattro imputati erano stati interrogati nel corso dell’inchiesta antimafia “Redde rationem”, con cui la Dda nissena fece luce su numerosi episodi di estorsione commessi dalla famiglia mafiosa di Caltanissetta.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa