home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Cattolica Eraclea, svolta nel delitto del marmista: un arresto

A quasi due anni dall'omicidio dell'artigiano Giuseppe Miceli ucciso nel suo laboratorio, in manette un operaio

Cattolica Eraclea, svolta nel delitto del marmista: un arresto

CATTOLICA ERACLEA - Svolta nelle indagini su un delitto avvenuto quasi due anni fa nell’agrigentino. I carabinieri del comando provinciale di Agrigento hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa nei confronti di un operaio di 53 anni di Cattolica Eraclea (Agrigento), ritenuto responsabile dell’omicidio di Giuseppe Miceli, l’artigiano di 67 anni massacrato con vari oggetti contundenti il 06 dicembre del 2015, nel suo laboratorio per la lavorazione del marmo.


Le indagini, oltre a basarsi su preziose immagini ricavate dalle telecamere di video-sorveglianza, sono arrivate ad una svolta quando l’indagato si è recato in un’area rurale dove i carabinieri hanno rinvenuto una scarpa, la cui impronta è risultata combaciare perfettamente con l’impronta di scarpa repertata dai carabinieri del Ris sulla scena del crimine.


I particolari dell’operazione verranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle 10 al comando provinciale dei carabinieri di Agrigento. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO