home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Abbattuto l’ultimo diaframma della galleria per la Rosolini-Modica

Abbattuto l’ultimo diaframma della galleria per la Rosolini-Modica

Un’autostrada attesa per più di quarant’anni. Si dovrebbe completare entro marzo 2018

Abbattuto l’ultimo diaframma della galleria per la Rosolini-Modica

Ieri mattina è stato abbattuto l’ultimo diaframma della galleria che è stata creata tra contrada Graffetta, sulla Ispica-Pozzallo e contrada Mandriavecchia nel territorio di Modica. Il primo tangibile segnale di un’autostrada attesa più di quarant’anni e che sta finalmente arrivando in provincia di Ragusa con la speranza di essere davvero, come si ripete appunto da decenni, “volano di sviluppo”. La galleria fa parte dei lavori dei lotti 6, 7 e 8 del tratto che va da Rosolini a Modica all’interno del più grande tracciato dell’autostrada Siracusa–Ragusa–Gela. Ieri, poco dopo mezzogiorno, in contrada “Mandriavecchia” la ruspa ha abbattuto l’ultimo diaframma di pietra all’interno della galleria lunga 1250 metri. E’ stato un momento suggestivo e al tempo stesso emozionante, che ha visto uscire dalla galleria anche i minatori con al seguito una piccola statua raffigurante Santa Barbara, la loro protettrice. Numerose le autorità presenti a partire dai vertici del Cas, presieduto da Rosario Faraci, al presidente della Regione, Rosario Crocetta, ed ancora i rappresentanti delle Prefetture e delle forze dell’ordine delle province di Siracusa e Ragusa, i sindaci di Modica, Rosolini e Ispica, i deputati regionali Gennuso e Vinciullo.

 

Commenti positivi da parte del presidente Cas, Faraci: “E’ sicuramente un primo simbolico traguardo che arriva nonostante peripezie, problemi economici e tanti detrattori. Siamo riusciti a raggiungere questo primo passo significativo e contiamo, da qui ad un anno, un anno e mezzo, di poter inaugurare anche i primi lotti funzionali”. L’intenzione è infatti quella, una volta completata la galleria, di concentrarsi sui due cavalcavia che si stanno realizzando lungo il tragitto per superare le differenze altimetriche per poi procedere al completamento funzionale dei vari lotti. Un risultato che dovrebbe concretizzarsi entro maggio del 2018 anche se, grazie alla serietà del team di imprese che si è aggiudicato i lavori, si dovrebbe riuscire ad anticipare a marzo 2018.

 

In generale si cercherà di lavorare con degli stralci funzionali aprendo i tratti autostradali via via già pronti. Il primo dovrebbe essere quello che va da Rosolini a Ispica. Il presidente Crocetta si è detto molto soddisfatto per i lavori finora svolti sottolineando che sulla viabilità si sta lavorando a livello regionale all’interno di un masterplan generale e al tempo stesso dettagliato provincia per provincia. Tra i presenti anche il consigliere Nitto Rosso, componente del cda del Cas, che anche in rappresentanza della collettività iblea, sta seguendo da vicino l’iter e le varie fasi di lavoro. “L’apertura della galleria è un nuovo importante passaggio. Al di là della festosa giornata, riteniamo che sia il completamento di un percorso che porterà a qualcosa di più importante e di nuovo per l’area iblea. Ci concentreremo adesso sugli altri cantieri su cui comunque si continua a lavorare anche di notte, ma certamente l’intervento sulla galleria è stato molto complesso, sia per le rocce friabili che hanno imposto la creazione di volte in cemento armato oltre ad un sistema molto particolare di impermeabilizzazione”. E per il futuro, per gli altri tratti da realizzare fino a Ragusa e poi fino a Gela? Il presidente Faraci dice che i progetti ci sono ma non tutte le risorse economiche.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa