WHATSAPP: 349 88 18 870

Messina, coloravano la carne per farla apparire più fresca

Messina, coloravano la carne per farla apparire fresca

Secondo le analisi dell'istituto zooprofilattico veniva utilizzata una sostanza che dava un colore più rosso alla carne esposta col rischio di danneggiare la salute dei consumatori. Scoperti anche cinque lavoratori in nero

Messina, coloravano la carne per farla apparire fresca

I finanzieri di Messina hanno eseguito un’operazione finalizzata al contrasto dell’economia sommersa e alla tutela della salute dei consumatori, che ha portato alla scoperta di cinque lavoratori “in nero” presso una macelleria del centro cittadino. Nel corso del controllo l’attenzione degli investigatori si è concentrata su alcuni prodotti alimentari esposti per la vendita e, in particolare, sull’anomala colorazione “rosso vivo” della carne.

 

È stato, quindi, richiesto l’intervento del personale del Dipartimento di Prevenzione Veterinaria dell'Asp di Messina per l’esecuzione di specifiche analisi scientifiche, al fine di reprimere eventuali sofisticazioni alimentari. Dalle risultanze ottenute dall'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia di Palermo è emerso che i campioni prelevati risultavano essere adulterati con sostanze non consentite, in particolare con degli additivi vietati dalle disposizioni vigenti in materia di preparazione e conservazione degli alimenti, che possono causare problemi a soggetti allergici a tali sostanze. Secondo quanto accertato dagli ispettori dell’azienda sanitaria messinese la carne veniva trattata per migliorarne l’aspetto esteriore, simulandone la freschezza, mascherando, così, il naturale processo di trasformazione e ingannando, in definitiva, i consumatori finali.

 

L'attività si è conclusa con la segnalazione all'Ispettorato del Lavoro di cinque lavoratori irregolari, con la contestazione di violazioni amministrative da un minimo di 30 mila a un massimo di 180 mila, mentre, per la parte di competenza dell’Asp di Messina, con la denuncia alla Procura del titolare della macelleria per utilizzo di sostanze illecite e con la contestazione di violazioni amministrative delle norme igienico sanitarie relative alla tenuta dei locali e delle attrezzature ivi presenti. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa