WHATSAPP: 349 88 18 870

Sicilia E-servizi, il Gip dice ancora no

Sicilia E-servizi, il Gip dice no per la seconda volta Niente archiviazione per Ingroia e Crocetta

Ora Procura dovrà disporre l'imputazione coatta o nuove indagini 

Sicilia E-servizi, il Gip dice no per la seconda volta Niente archiviazione per Ingroia e Crocetta

Il gip Lorenzo Matassa ha deciso, per la seconda volta, di rigettare la richiesta di archiviazione, avanzata dalla Procura di Palermo, dell'indagine sulle assunzioni a Sicilia e-Servizi nei confronti del governatore della Regione Rosario Crocetta, del presidente della partecipata Antonio Ingroia e degli assessori regionali in carica a dicembre 2013. L'inchiesta si riferisce a contratti stipulati con 75 dipendenti della Sisev, società satellite di Sicilia e servizi, in violazione del blocco delle assunzioni.

 

La decisione di Matassa, che adesso dovrà disporre l'imputazione coatta o chiedere nuove indagini, è dei giorni scorsi, di poco successiva alla nuova richiesta di archiviazione avanzata dal pm Teresa Maligno. Una prima richiesta di archiviazione era stata formulata dai pm a luglio del 2014 quando l'inchiesta era contro ignoti.

 

Anche allora Matassa l'aveva respinta ordinando di iscrivere nel registro degli indagati per abuso d'ufficio, oltre a Ingroia e Crocetta, anche gli ex assessori Antonino Bartolotta (Infrastrutture), Ester Bonafede (Lavoro), Dario Cartabellotta (Agricoltura), Nelli Scilabra (Formazione), Michela Stancheris (Turismo) e Patrizia Valenti (Funzione pubblica).

 

L'ex pm Ingroia si è sempre difeso sostenendo che le assunzioni erano necessarie per evitare la paralisi della società e che, comunque, aveva potuto contare su un parere favorevole dell'Avvocatura dello Stato.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa