home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Anziani morti a Stazzo, lei si accascia per prima e lui, a letto, non sopravvive

Assume i connotati di un dramma della solitudine quello che si è consumato nella frazione acese dove la coppia, deceduta per cause naturali, abitava in via Torrisi. L'allarme lanciato dal parroco

Anziani morti a Stazzo, lei si accascia per prima e lui, a letto, non sopravvive

Acireale (Catania) - Ci sarebbero cause naturali all’origine della morte di due anziani coniugi, rinvenuti cadavere ieri pomeriggio all’interno della loro abitazione nella frazione marinara di Stazzo e tutto lascia presagire che si possa trattare di un dramma della solitudine. Sarà comunque l’esame autoptico disposto dall’autorità giudiziaria a fugare ogni dubbio sui motivi del decesso di Salvatore Torrisi, 84 anni, e Nunzia Bisicchia, di 73.

Il doppio dramma, secondo i primi accertamenti compiuti, si sarebbe consumato almeno tre giorni fa. I due coniugi, senza figli, vivevano da soli in un’abitazione della centrale via Torrisi, a pochi metri dal lungomare e dalla via principale del paese. L’uomo, non autosufficiente, da tempo veniva accudito amorevolmente dalla consorte. Il corpo di quest’ultima è stato trovato riverso per terra in bagno, quello del marito si trovava invece disteso sul letto. Un particolare quest’ultimo che fa presumere che con molta probabilità a morire per prima sia stata la donna, a causa di un malore improvviso. Quindi a poca distanza si sarebbe verificato il decesso dell’uomo, impossibilitato a muoversi e a lanciare l’allarme.

Ad accorgersi che qualcosa non andava è stato il parroco del paesino, don Mario Camera, che avendo notato da più giorni l’assenza in chiesa della donna, assidua frequentatrice della parrocchia, si è prima recato a casa dei due notando le finestre chiuse e quindi ha allertato i parenti che hanno richiesto l’intervento dei vigili del fuoco.

Sono stati proprio i pompieri, intervenuti intorno alle 14,30 di ieri, a scoprire i corpi dopo aver forzato la porta d’ingresso dell’abitazione. Sul posto sono giunti i carabinieri della Compagnia di Acireale, che hanno avviato le indagini. E’ stato appurato come la porta d’ingresso era regolarmente chiusa dall’interno e sui due corpi non c’era alcuna traccia di ferite o violenza. Il magistrato di turno ha disposto il sequestro delle salme per consentire di effettuare l’autopsia che servirà a fare piena luce sulle cause del doppio decesso.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO