WHATSAPP: 349 88 18 870

Tangenti all'Utc di Agrigento

Tangenti all'Utc di Agrigento: emesse otto condanne e tre assoluzioni

Confermato l'impianto accusatorio della Procura

Coinvolti in un giro di mazzette funzionari comunali, vigili urbani e professionisti esterni

Tangenti all'Utc di Agrigento: emesse otto condanne e tre assoluzioni

Tangenti all'Ufficio tecnico del Comune di Agrigento, il processo è giunto questa sera al capolinea. Il Tribunale di Agrigento ha inflitto otto condanne e tre assoluzioni (una delle quali per sopraggiunta morte di un imputato).  Sono state accolte quasi tutte le richieste della Pubblica accusa, rappresentata in aula dal pm Alessandro Macaluso.

Nel dettaglio

per Sebastiano Di Francesco e Luigi Zicari, ex dirigenti dell’Utc di Agrigento, la Procura ha rispettivamente chiesto 6 anni ed 8 anni e 6 mesi di reclusione.

Per Pietro Vullo e Roberto Gallo Afflitto sono stati chiesti, rispettivamente, 4 anni e 6 mesi;

2 anni per Gerlando Tuttolomondo, mentre per i vigili urbani Rosario Troisi e Calogero Albanese era stata chiesta la condanna, rispettivamente, ad 1 anno e 4 mesi e ad 1 anno e 2 mesi.

Otto mesi di reclusione chiesti, infine, per Massimo Lorgio.

Per Alfonso Vullo è stata chiesta, invece, la sentenza di assoluzione “perché il fatto non sussiste”;

per Salvatore Palumbo, invece, il “non doversi procedere per intervenuta estinzione del reato” (morte del reo); e per Pasqualina Sciarratta per “non aver commesso il fatto”.

Queste invece le decisioni del Tribunale:

 Per Zicari, 4 anni di reclusione, estinzione del rapporto di lavoro e interdizione dai pubblici uffici per cinque anni;

per Di Francesco, 2 anni;  Pietro Vullo, 2 anni; Roberto Gallo Afflitto, 2 anni; Gerlando Tuttolomondo, 2 anni;

per Rosario Troisi, 1 anno e 4 mesi; Calogero Albanese, 1 anno e due mesi;  Massimo Lorgio, sette mesi. Pena sospesa per Troisi, Albanese e Lorgio.

Il tribunale ha anche ordinato demolizione e ripristino luoghi di tutte le opere illecite. Inoltre ha disposto la comunicazione della sentenza a Comune e Soprintendenza. Sempre il Tribunale ha disposto la condanna al risarcimento dei danni da stabilirsi in sede civile e il pagamento delle spese processuali in favore delle parti civili (4 mila euro ciascuno).

Per Zicari, Pietro Vullo, Roberto Gallo Afflitto e Gerlando Tuttolomondo è stata dichiarata la incapaci di contratta con la Pubblica amministrazione per un anno.

Gli imputati Di Francesco, Gallo Afflitto, Pietro Vullo, Alfonso Vullo e Pasqualina Sciarratta sono stati assolti da numerosi capi di imputazione e per un solo capo di imputazione, assoluzione per Di Francesco e Vincenzo Lorgio per intervenuta prescrizione. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa