home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Giarre, scooter contro paloMuore un ragazzo di 17 anni

Giarre, scooter contro palo Muore un ragazzo di 17 anni

Carlo Ragunì è morto in un incidente stradale avvenuto in via Federico II di Svevia a Giarre. Frequentava il locale istituto tecnico

Giarre, scooter contro palo Muore un ragazzo di 17 anni

Un diciassettenne, Carlo Ragunì, è morto in un incidente stradale avvenuto in via Federico II di Svevia a Giarre. Il minorenne, studente del locale istituto tecnico "Enric Fermi", era a bordo di uno scooter - un Liberty 125 - che, per cause in corso di accertamento, si è schiantato contro un palo della pubblica illuminazione. Sul posto è intervenuta la polizia municipale. La Procura di Catania ha disposto la restituzione della salma ai familiari.  Il ragazzo che indossava il casco protettivo ha urtato violentemente la testa contro il palo, morendo sul colpo, probabilmente in seguito alla fatale fattura della nuca. Tempestivi sono stati i soccorsi prestati da un’équipe medica del 118 che ha potuto verificare solo l’avvenuto decesso del ragazzo.

 


Non è ancora chiaro cosa esattamente abbia originato la perdita del controllo dello scooter che, come ha riferito una testimone oculare alla polizia locale giarrese che ha seguito i rilievi del sinistro, avrebbe iniziato inspiegabilmente a zigzagare, per poi finire contro il palo a ridosso del marciapiede destro. Non sono state trovate tracce di frenata ma solo quelle dello strisciamento del cavalletto dello scooter sul bordo del marciapiede.

 


Numerose le ipotesi in campo: un malore che lo ha colto il giovane all’improvviso mentre era alla guida del due ruote, una fatale distrazione o un guasto al motore. Il 17enne (avrebbe raggiunto la maggiore età a luglio), secondo quanto si è appreso, era di rientro a casa e percorreva da solo il viale Federico II di Svevia, a quell’ora non particolarmente trafficato, in direzione della Statale attraverso la quale sarebbe poi giunto a Santa Venerina. Il giovane poco prima del tragico incidente, si era recato da un meccanico per sostituire alcuni pezzi allo scooter. In prima mattinata alcuni amici lo avevano notato, invece, in uno snack bar di corso Italia a Giarre.

 


Su disposizione del magistrato di turno, informato dell’accaduto dalla Polizia municipale, la salma del povero 17enne è stata - come detto - restituita ai familiari, essendo stato accertato che si è trattato di un tragico incidente autonomo. Ieri pomeriggio, per circa due ore, il viale Federico II di Svevia è stato chiuso al traffico veicolare fino a quando non sono state ripristinate le condizioni di sicurezza.
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa