home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Orrore a Lampedusa, cadavere

Orrore a Lampedusa, cadavere estumulato, derubato e gettato a terra

Orrore a Lampedusa, cadavere estumulato, derubato e gettato a terra

 Hanno aperto il coperchio di una bara e dopo avere asportato gli oggetti d’oro, hanno rimosso la salma, lasciandola a terra. La tomba profanata è di un uomo, morto otto anni fa, all’età di 85 anni. Il macabro episodio si è verificato nel corso delle ore notturne, tra mercoledì e giovedì, nel cimitero di Lampedusa. A fare la terribile scoperta è stato un visitatore. Quest’ultimo si stava recando nella tomba di famiglia per lasciare un mazzo di fiori.
A un tratto ha visto qualcosa sul pavimento e, spinto dalla curiosità, si è avvicinato per vedere cosa fosse. In pochi attimi si è trovato davanti una scena incredibile: un corpo ormai quasi del tutto decomposto. Sotto choc è corso a chiamare i custodi. È stato immediatamente dato l’allarme e sul posto si sono portati i Carabinieri della Stazione di Lampedusa. A quanto sembra, ignoti nella notte – dovevano essere necessariamente più di uno, visto il peso della cassa funebre – hanno scavalcato il muro di cinta del cimitero e si sono recati nella tomba in questione. Hanno rotto la lapide ed hanno divelto anche il diaframma in cemento, ed estratto la bara. A quel punto, sicuramente con l’ausilio di alcuni attrezzi da scasso, hanno forzato il cofano della bara e tagliato il sottile strato di zinco. Da quel momento in poi è un mistero capire che cosa potrebbe essere successo.
La salma, ormai quasi totalmente decomposta, essendo passati alcuni anni dalla morte, è stata sollevata, trascinata per almeno 
cinque sei metri o forse più, e poggiata a terra.
I responsabili si sarebbero impossessati della fede nuziale, di una medaglia d’oro e di un orologio. 
Poi hanno collocato il coperchio sulla cassa, rimettendola all’interno del loculo, e si sono dileguati. Secondo quanto si è appreso, circa due 
anni fa, la stessa tomba già era stata profanata. Allora qualcuno aveva rubato solo un oggetto d’oro.
Che si tratta delle stesse persone è quasi certo.
I dubbi degli inquirenti però sono tanti: per quale motivo i ladrihanno voluto nuovamente profanare proprio quella tomba? Quali segreti nascondeva? 
È stato un furto o c’è dell’altro? Sapevano cosa cercare?
I carabinieri, coordinati dalla Procura di Agrigento, dovranno cercare di ricostruire la vicenda. Solo in questo modo sarà possibile tentare di dare una spiegazione 
a quanto accaduto.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa