home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Enna, la Dia ha sequestrato 1,2 milioni a presunto mafioso

Enna, la Dia ha sequestrato 1,2 milioni a presunto mafioso

Sigilli a due aziende, sette immobili e conti bancari di Giuseppe Coci, originario del Messinese, ma attivo nell'Ennese

Enna, la Dia ha sequestrato 1,2 milioni a presunto mafioso

La Direzione Investigativa Antimafia di Caltanissetta ha eseguito un decreto di sequestro di beni emesso dal Tribunale di Enna, su proposta del Direttore della Dia Nunzio Antonio Ferla, , nei confronti di Giuseppe Coci, 47 anni, di Tortorici in provincia di Messina.

Il nome di Coci secondo la Dia emergerebbe - insieme ai suoi tre fratelli – nell’ambito dell’inchiesta Montagna coordinata, nel 2007, dalla Procura di Messina e sarebbe indicato come un soggetto contiguo al clan di Tortorici dei cosidetti Batanesi.

A Coci sono state sequestrate due aziende agricole e di allevamento bovini, sette immobili, e una cinquantina di ettari di terreni situati a Valguarnera Caropepe, Assoro ed Enna, nonché rapporti bancari, per un valore complessivo stimato in oltre 1 milione e 200mila Euro.

La Dia ha anche ricordato che Giuseppe Coci nel 2004 fu coinvolto e arrestato su ordine del Gip di Caltanissetta, insieme ad altre persone, per spaccio e traffico di stupefacenti, risultando che, per conto della mafia ennese, aveva assegnato il compito di detenere, trasportare e commercializzare in tutti i comuni della provincia di Enna ingenti quantità di sostanze stupefacenti.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa