home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Aci Sant’Antonio, assalto alla PostaSubito arrestati i due banditi

Aci Sant’Antonio, assalto alla Posta Subito arrestati due dei banditi

Hanno tentato di rapinare l’ufficio della frazione Lavinaio sparando alcuni colpi di pistola contro una vetrata, che hanno anche tentato di infrangere a colpi di spranga di ferro. Puntata arma alla testa di un poliziotto.

Aci Sant’Antonio, assalto alla Posta Subito arrestati due dei banditi

I poliziotti del commissariato di Acireale e i carabinieri della Compagnia di Acireale hanno sventato una rapina all'ufficio postale di Levinaio, frazione di Aci Sant'Antonio, arrestando in flagranza di reato due incensurati, uno di 48 anni e l’altro di 34 anni.

Tutto è accaduto stamane intorno alle 08.40 quando i due, armati di pistola e mazza, travisati da passamontagna, facevano irruzione all’interno dell’ufficio postale e dove presi in ostaggio i clienti presenti, intimavano dietro la minaccia delle armi agli impiegati di consegnare il denaro presente nelle casse. Ma tra i clienti presenti in quel momento, vi era anche un agente di polizia del Reparto Mobile di Catania che libero dal servizio e nonostante fosse disarmato, ha tentato di impedire ai due malviventi di entrare all’interno dell’ufficio sbarrando loro la porta. Ma sopraffatto dai due è stato anche lui preso in ostaggio e i banditi gli hanno anche puntato la pistola alla testa. L’altro malvivente tentava di sfondare il vetro blindato di separazione con una mazza senza riuscirvi e il suo complice, che ancora teneva in ostaggio il poliziotto, ha anche sparato alcuni colpi cal. 7,65 sempre all’indirizzo del vetro blindato senza sortire l’effetto desiderato.

I due rapinatori decidevano quindi di darsi alla fuga mediante lo stesso scooter usato per recarsi sul luogo. Immediatamente venivano allertate la Sala Operativa della Polizia di Stato e la Centrale Operativa dei Carabinieri che con il supporto aereo del Nucleo Elicotteri dei Carabinieri, hanno localizzato i due malviventi subito arrestati: il 48enne dai poliziotti nei pressi di un maneggio, il 34enne a circa 500 metri di distanza scovato dai militari dell’Arma all’interno di una casa rurale in stato di abbandono.

I due avevano già provveduto a cambiarsi d’abito e si apprestavano a prelevare la vettura di proprietà del citato 48enne che avevano lasciato ivi parcheggiata prima di tentare il colpo e con la quale si sarebbero dileguati facendo perdere le tracce. I due arrestati, sono stati rinchiusi nel carcere di Piazza Lanza a Catania con l'accusa di tentata rapina aggravata e sequestro di persona.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa