WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, restituisce mille euro lo «premiano» con cinque euro

Catania, trova e restituisce mille euro e lo «premiano» con cinque euro

Trova mille euro in contanti durante una passeggiata. Lui è Domenico Puglisi 66 anni di Paternò. L’uomo, un ex pasticciere in pensione, che si è subito rivolto a carabinieri. Il proprietario del borsello lo ha poi ricompensato con cinque euro.

Trovare mille euro in contanti durante una passeggiata. Non è soltanto il desiderio di tanti, ma quanto accaduto qualche giorno fa al signor Domenico Puglisi (nella foto), 66 anni di Paternò. L’uomo, un ex pasticciere in pensione, si è trovato ad affrontare una situazione inconsueta. «Di buon mattino - racconta Domenico - mi trovavo vicino alla villa comunale quando ho visto un portafogli a terra. D’istinto l’ho raccolto, ma non avrei immaginato di trovarci dentro mille euro in contanti».

 

Mille, come i pensieri che in quel momento sono venuti in mente all’ex pasticciere, che oggi percepisce soltanto una minima pensione. «La vista di così tanti soldi - continua Puglisi - mi ha raggelato e per un attimo ho cominciato a pensare quali problemi avrei potuto risolvere se quel denaro fosse stato mio». Il signor Domenico, quindi, ha dovuto fare una scelta, di certo non facile: appropriarsi del denaro o mettersi alla ricerca del legittimo proprietario? «Mi sono scrollato di dosso quei pensieri - continua Puglisi - e sono andato dai carabinieri».

Dopo qualche minuto alla caserma di piazza della Regione si è presentato un signore, anch’egli di mezza età, che, guarda caso, raccontava di aver perso un portafogli vicino alla villa comunale. «I documenti questa volta coincidevano - racconta Domenico - e davanti ai carabinieri ho restituito tutto al proprietario». La storia, però, non finisce qui. «Quell’uomo - continua l’ex pasticciere - mi ha ringraziato e, mettendo mano al portafogli, ha preso cinque euro e mi ha detto: “Questi sono per lei”, ed è andato via».

 

Un filo di amarezza che Domenico non è riuscito, proprio, a nascondere. «Non speravo in chissà che, ma quei cinque euro, dati quasi fosse un’elemosina, un po’ mi hanno umiliato. Di questa storia non mi resteranno i soldi - conclude il pensionato - ma almeno l’orgoglio di essere stato onesto, quello, di certo, non potrà togliermelo nessuno».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa