WHATSAPP: 349 88 18 870

Tar, si riducono controversieResta carenza di personale

Tar, si riducono controversie Resta carenza di personale

La cerimonia d'inagurazione a Catania ritardata dalla presenza di uno zaino sospetto nel controsoffitto dei bagni delle Ciminiere: era un falso allarme

Tar, si riducono controversie Resta carenza di personale

Catania - Gli accertamenti per uno zaino sospetto, nascosto nel controsoffitto di uno dei bagni del centro fieristico Le Ciminiere, ha ritardato questa mattina l'inizio della cerimonia di inaugurazione dell'Anno Giudiziario del Tar di Catania. Durante i normali controlli di sicurezza previsti dalla Questura in occasione delle grandi manifestazioni, una porta aperta nei bagni e lo zaino nel controsoffitto hanno fatto scattare quello che si è poi rivelato solo un falso allarme. All'interno dello zaino sono stati trovati solo alcuni libri.

 

Si è a quel punto proceduto all'apertura della cerimonia a cui ha preso parte anche il presidente della Regione Rosario Crocetta. Il dato più rilevante emerso dalla relazione del presidente del Tar etneo Antonio Vinciguerra ha riguardato la riduzione delle controversie in materia di giustizia amministrativa  in attesa di definizione che nel 2015 ha registrato un -14,09% rispetto al 2014, abbondantemente sotto la soglia. Altro dato importante l'ormai consolidata carenza di personale che però a metà del 2016 dovrebbe essere compensata dall'assunzione dei vincitori di concorso, peraltro in itinere, per 45 posti da "referendario" Tar, facendo restare una delle quattro sezioni con tre soli componenti.

 

La Sezione staccata di Catania a rischio soppressione nel 2014, grazie ad un emendamento inserito nel Decreto legge sulle pubbliche amministrazioni, in commissione Affari costituzionali, riuscì ad essere salva e a continuare a svolgere l'attività amministrativa. Il Tar etneo che gestisce giuridicamente cinque province (Catania, Siracusa, Ragusa, Messina, Enna) è il terzo in Italia per i carichi di lavoro e secondo solo a Roma per quelli pendenti.

 

 «L'inaugurazione dell'anno giudiziario non è solo l'occasione per fare il bilancio dell'azione della giustizia amministrativa, ma è un momento molto importante per i magistrati che vi lavorano». Ha affermato il presidente della sezione staccata del Tar di Catania, Antonio Vinciguerra, a margine della cerimonia di inaugurazione. «La realtà della Sicilia Orientale - ha continuato il presidente - è una realtà molto complessa e molto attiva anche a livello commerciale e di movimenti di massa, penso ai problemi dell'immigrazione. Ci auguriamo di potere andare avanti come abbiamo sempre fatto come tribunale amministrativo e di continuare a lavorare nell'interesse della collettività».

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa