WHATSAPP: 349 88 18 870

Genitore messinese si sfoga con figlia e il video diventa subito virale

Genitore messinese si sfoga con la figlia e il video diventa subito virale

E ci sono in vendita anche le magliette con le frasi celebri: "Va travagghia" / VIDEO

Genitore messinese si sfoga con la figlia e il video diventa subito virale

Agente e consulente finanziario di rilievo, a capo di un' immobiliare che vende e realizza ville e palazzi il dottor Vincenzo Galasso, 57 anni, è però diventato celebre per un video ripreso di nascosto e poi postato su You tube diventato virale con oltre 145 mila visualizzazioni e poi anche realizzato in versione remix.

Il video è stato ripreso dalla figlia Carlotta, una bella ragazza di 21 anni, con cui il genitore si sfogava rimproverandole il tenore di vita e gridandole farsi divenute oramai celebri dopo che l'altro figlio di 23 anni, Gaspare, ne ha approfittato per creare una serie di T shirt con le parole del padre, che vanno a ruba: una costa 15 euro.

"Non mi aspettavo certo questa notorietà - dice Galasso all'ANSA - anche perchè il video mi è stato rubato da mia figlia, non sapevo stesse registrando. Si tratta di un normale sfogo di una padre".

Nel video Enzo Galasso dice tra l'altro "Dove sono i duecento euro sinfunao? Che fa cocktail, drink, red wine? Ai figli devo pensarci io?" dice riferendosi alla ex moglie. "Va travagghia (vattene a lavorare) - dice alla figlia - invece di fare blinko blanko tacchi e buttanate.. Io mancio puppette e tu dove sei? Al ristorante...".

"Io sono un professionista - prosegue Galasso - che lavora tutto il giorno e tutto quello che ho me lo sono conquistato studiando e con l'impegno quotidiano. Questo è quello che volevo far capire a mia figlia. Ormai vedo che la sua generazione in generale cerca sempre delle scorciatoie: dall'iscrizione ad un' università privata ai corsi privati, a lavori poco impegnativi, ma non vogliono sudare come sarebbe giusto per raggiungere i risultati".

"Certo - prosegue non avrei voluto che questo video fosse messo in rete. Il mio sfogo è diventato pubblico. Ma non è un male. Ricevo migliaia di messaggi di apprezzamento da tanti padri, madri e anche dai giovani che la pensano come me. Spero che i giovani capiscano il valore dell'impegno".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa