WHATSAPP: 349 88 18 870

Palermo, zio denuncia nipote Quattro arresti nel rione Noce

Palermo, zio denuncia nipote Quattro arresti nel rione Noce

L'ordinanza di custodia cautelare in carcere per estorsione e tentata estorsione aggravata da Cosa nostra, nei confronti di Fabio Chiovaro, già in carcere per mafia, la moglie Loredana D'Amico, e poi Giuseppe Vallecchia e di Tommaso Cospolici. Chiovaro è ritenuto boss del mandamento della Zisa

Palermo, zio denuncia nipote Quattro arresti nel rione Noce

Stanco di subire le minacce dal nipote boss per una somma di denaro ricevuta, l'anziano zio si presenta alla Squadra mobile di Palermo per denunciare il familiare, la moglie di quest'ultimo e altre due persone. E all'alba di oggi è scattato il blitz che ha portato in carcere quattro persone.

L'ordinanza di custodia cautelare in carcere per estorsione e tentata estorsione aggravata da Cosa nostra, è stata emessa nei confronti di Fabio Chiovaro, che già è detenuto per espiare una condanna per mafia, della moglie di Chiovaro, Loredana D'Amico, di Giuseppe Vallecchia e di Tommaso Cospolici. Chiovaro, ritenuto boss del mandamento della Zisa, è finito in carcere quattro anni fa e condannato per mafia. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore aggiunto Vittorio Teresi.

L'operazione di Polizia, che è stata denominata 'Family Crimes', disarticola una cellula di estortori legati a Cosa Nostra "per conto della quale taglieggiavano privati prevalentemente nel locale e popolare quartiere Noce", spiegano gli investigatori.

L'azione investigativa condotta dagli agenti della Sezione Criminalità Organizzata della locale Squadra Mobile, guidati dal vicequestore aggiunto Stefano Sorrentino, ha preso il via da una attività di pedinamento e sorveglianza nei confronti di uno degli arrestati "che ha consentito di disvelare una significativa e diversificata azione estorsiva". I coinvolti, tra cui spicca anche una donna, la moglie di Chiovaro, "annoverano precedenti specifici ed alcuni risultano organici alla mafia".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

/div> div class="iooter_" div class="ilogouox_plogo_gnerial_v2> a href="http://www.lasicilia.it/n> img aalt="EHme/ title="EHme/ trc="/mage:s/esta< div class="ientirtio"> div class="ienu pont inerrmenu_2enu_2gneriale_aicolo 2> div class="ienu penu_2ont iti_sooter_cv2>id="box_9ee772aad-78e9-46d9-b168-440826e0e362> < /dli < /dli < /dli < /dli < /dli < /dli < /dli <
div class="ienrc dezarch_small>id="benrc ef16183-seld1-4a81-8fec-f5f90f86145b >< (document).ready(function(){ $.dntraicker.setDefaults( $.dntraicker.regonele[ "t/" ] ; ('#mnpu [nzm="tfiler_cfrom"], mnpu [nzm="tfiler_cto"]).cdntraicker( dntrFrmat=: 'dd/mm/yy' }; ('##enrc ef16183-seld1-4a81-8fec-f5f90f86145b mnpu [nzm="tq"]).cexamole'cunrc ); ('##enrc ef16183-seld1-4a81-8fec-f5f90f86145b orma).csubmt/function(){ ar belezct_ezioni/= $('his).pind('aelezct[nzm="tezionie_imenrc >]); f( $(.trim(elezct_ezioni/.vle().length= == ){ elezct_ezioni/.prop('disabled', rue"; } }; ('##enrc ef16183-seld1-4a81-8fec-f5f90f86145b mnpu [examole]).ceachfunction(){ ('his).pexamole'(this).adtr('hexamole'); }; }; unction cezarch_reset_fields(lezent). ('"#"+lezent)+ forma").get(0.reaset); ('"#"+lezent)+ forma").ind('"mnpu [ype="ext/]").vle(""; ('"#"+lezent)+ forma").ind('"elezct").vle(""; ('"#"+lezent)+ forma").ind(''lasbel_checkox.pchecked).removeClass('achecked). /dcript> div class="iext/_edi conpyrghtw_2> d class="tixt/ > Power by a href="http://www.lgmdeit/">Gmde s.r.l /aiv> /div>
Tornt su/sa /div> acript type="text/javascript"> (document).ready(function(){ (d".top_button .click(function(){ ('"tml",body .c_i-at=e( crolliTop:0 }; elturn alse& ); }; /script>
/div> div data-render="true" class="bannervcms banner_fAudzweb" format="fAudzweb >