WHATSAPP: 349 88 18 870

Mascalucia, scooter contro un'auto: muore sedicenne

Mascalucia, scooter contro un'auto: muore sedicenne

Inutili i soccorsi per il ragazzino che è morto sul colpo. Sul posto per i rilievi la polizia municipale. Era uno studente dell'Istituto tecnico industriale "De Nicola" di San Giovanni La Punta

Mascalucia, scooter contro un'auto: muore sedicenne
È morto mentre andava a scuola. Gravissimo incidente stradale ieri a Mascalucia, poco dopo le 7,15. Salvo Molino, di 16 anni, residente a Massannunziata, era a bordo della sua moto, una Piaggio Liberty 125, per raggiungere l’istituto “De Nicola” di San Giovanni La Punta, dove frequentava il secondo anno dell’Industriale.
 
Come ogni mattina. Ieri, a scuola, lo attendeva un pullman che lo avrebbe portato, assieme ai suoi compagni, in gita a Noto. Lungo la via Pulei, in prossimità del bivio con via Ombra, per cause ancora in corso di accertamento, ha perso il controllo del mezzo che si è ribaltato, invadendo la corsia opposta, andando a urtare contro una Fiat Panda che procedeva in direzione contraria. A causa dell’impatto il ragazzo è stato catapultato verso il margine della carreggiata andandosi ad incuneare sotto il guard-rail, mentre la moto scivolava più a valle.
 
Nonostante il casco, l’incidente si è rivelato fatale. L’allarme è stato dato dagli automobilisti di passaggio. In quel momento transitava casualmente da via Pulei un’ambulanza del 118. Il personale a bordo ha subito prestato i primi soccorsi al giovane incastrato con la testa sotto il guardrail, tanto da richiedere il sollevamento forzato di tale protezione. Vane sono state infatti le pratiche di rianimazione effettuate. Sulla scena dell’incidente sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Gravina e gli ispettori Picone, Currò, Longo e Viscuso della Polizia locale coordinati dal comandante Carmelo Zuccarello per i rilievi del caso. Poco dopo anche i genitori del ragazzo (che ha una sorella più piccola), distrutti dal dolore. Il corpo del ragazzo, su disposizione del magistrato di turno, è stato quindi trasportato all’obitorio dell’ospedale Garibaldi di Catania dove è stata effettuata l’ispezione cadaverica. I compagni di scuola hanno appreso della morte di Salvo solo quando sono arrivati a Noto. Non avrebbero mai immaginato che la sua assenza sarebbe stata, purtroppo, «definitiva». La notizia ha ammutolito i docenti e angosciato gli studenti.
 
Il lutto imprevisto e incomprensibile ha gettato gli studenti nel buio della perdita del senso. Sicuramente un trauma d’eccezionale gravità. Troppo il dolore per tutti coloro che avevano avuto modo di conoscerlo. Salvo era un appassionato di musica. Il suo idolo era il cantante Fedez (col quale posa in una foto postata sul suo profilo facebook). I suoi amici lo ricorderanno sorridente e felice vicino ai suoi cantanti preferiti, mentre si fa autografare un Cd. Cordoglio alla famiglia del ragazzo giunge dal sindaco di Mascalcia Giovanni Leonardi: «La morte del giovane Salvo Molino ci lascia sgomenti e attoniti. E’ un lutto che scuote l’intera cittadinanza. Non ci sono parole per descrivere una morte così drammatica. L’Amministrazione si stringe attorno alla famiglia per la tragica perdita». 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa