WHATSAPP: 349 88 18 870

"Borsellino quater": a confrontoBoccassini-poliziotti su falsi pentiti

"Borsellino quater": a confronto Boccassini-poliziotti su falsi pentiti

Il pm Luciani ha chiesto di ascoltare gli agenti sui colloqui investigativi di cui fu protagonista il falso pentito Vincenzo Scarantino nel periodo successivo alle stragi

"Borsellino quater": a confronto Boccassini-poliziotti su falsi pentiti

 CALTANISSETTA  - La Procura di Caltanissetta, le parti civili e le difese del quarto processo per la strage di via D'Amelio, in corso davanti alla Corte d'Assise, hanno chiesto l'audizione di testimoni e una serie di confronti. Al dibattimento sono imputati per strage i boss Salvo Madonia e Vittorio Tutino e di calunnia Vincenzo Scarantino, Francesco Andriotta e Calogero Pulci.

 

 Il pm Stefano Luciani ha chiesto di ascoltare i poliziotti Giovanni Guerrera, Maurizio Zerillo, Salvatore Nobile e Angelo Tedesco sui colloqui investigativi di cui fu protagonista il falso pentito Vincenzo Scaarantino nel periodo successivo alle stragi e sulla sua prima ritrattazione nel '94. Le parti civili e le difese hanno chiesto inoltre una serie di confronti tra i poliziotti Mario Bo e Vincenzo Ricciardi con alcuni dei pm che lavorarono alle prime indagini sulle stragi del '92 e cioè Ilda Boccassini, Anna Palma e Nino Di Matteo in merito alla gestione dei falsi pentiti Francesco Andriotta e Vincenzo Scarantino. 

 

I difensori di Scarantino e Andriotta hanno chiesto anche di mettere a confronto i loro assistiti con gli stessi Bo e Ricciardi; i due falsi pentiti hanno infatti raccontato di avere ricevuto pressioni anche da questi ultimi sulle dichiarazioni da rendere, oltre che dall'ex capo della Mobile di Palermo Arnaldo La Barbera, nel frattempo deceduto.  La Corte è in camera di consiglio per la decisione. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

$(document).ready(function(){ $('#box_dca6a61f1-57f-42d12-9814-762c70ad5e17anteprima_ipiu .tipo_visualizzazione_menu p:first').click(); }); /div> div class="ifooere" div class="ilogobox_plogo_gnerial_v2> a href="http://www.lasicilia.it/n> img aalt="MHom title="MHom trc="/mage:s/tetati._giutatpng"?v=146278220500" />< div class="ientrotio"> div class="ienu pontainer menu_2enu_2gneriale_picolo 2> <<<<<<<<<<<<
Atnncti/pspns>/a>< /dli Perl'apPubbickia&arave; /pspns>/a>< /dli Nerollogce/pspns>/a>< /dli Cntaiti_/pspns>/a>< /dli Privacy/pspns>/a>< /dli Rma_i- lggiorntao/pspns>/a>< /dli Atel Giudiziarce/pspns>/a>< /dli < /div>
c> (document).ready(function(){ $.dne-picker.setDefaults( $.dne-picker.regoneal[ "t/" ] ; ('#mnpu [nzm="tfilere_from"], mnpu [nzm="tfilere_to"]).cdne-picker( dne-Frmat=: 'dd/mm/yy' }; ('##enrc 256d70f8-1592-4bcd-bd11-8c756d628f41 mnpu [nzm="tq"]).cexamole'cunrc ); ('##enrc 256d70f8-1592-4bcd-bd11-8c756d628f41 orma).csubmt/function(){ ar belezct_ezioni/= $('his).pind('aelezct[nzm="tezionie_imenrc >]); f( $(.tr-m(elezct_ezioni/.val().length= == ){ elezct_ezioni/.rotp('disabled' trufe; } }; ('##enrc 256d70f8-1592-4bcd-bd11-8c756d628f41 mnpu [examole]).ceachfunction(){ ('his).pexamole'(this).adtr('hexamole'); }; }; unction cezarch_reset_fields(lezent). ('"#"+lezent)+ forma").get(0.reaset); ('"#"+lezent)+ forma").ind('"mnpu [ype="ext/]").val(""; ('"#"+lezent)+ forma").ind('"elezct").val(""; ('"#"+lezent)+ forma").ind(''lasbel_checkox.pchecked'.removeClass('achecked'. /dcript>
c>Cnpyrghtw © 2016 LASICILIA.IT. Dom ncao Sanfilippo Edi ore Al cichtws easerved.
Powerlby a href="http://www.lgmdeit/">Gmde s.r.l /aiv> /div>
Tornt su/sa /div> acript type="text/javascript"> (document).ready(function(){ (d".top_button".click(function(){ ('"tml",body".c_i-at=e( crolliTop:0 }; return alse& ); }; /script>
/div>