WHATSAPP: 349 88 18 870

Lavoro nero, controlli in 16 aziende Ventidue le posizioni irregolari

Lavoro nero, controlli in 16 aziende Ventidue le posizioni irregolari

Undici lavoratori in nero ed 11 irregolari sono stati scoperti dai carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro durante controlli nel Catanese effettuati in edilizia e in altri settori merceologici insieme ai militari del comando provinciale ed agli Ispettori del Lavoro civili

Lavoro nero, controlli in 16 aziende Ventidue le posizioni irregolari

Undici lavoratori in nero ed 11 irregolari sono stati scoperti dai carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro durante controlli nel Catanese effettuati in edilizia e in altri settori merceologici insieme ai militari del comando provinciale ed agli Ispettori del Lavoro civili. I militari hanno applicato una maxi sanzione di 4.000 euro per singolo lavoratore ed hanno sospeso cinque attività imprenditoriali.

In tutto sono state controllate 16 aziende e verificate 57 posizioni lavorative. I carabinieri hanno comminato ammende per 58.668 euro, contestato sanzioni amministrative per 104.233, recuperato contributi e premi assistenziali per 77.400 e contestato sanzioni relative a recuperi Inps per 8.900. Per quanto concerne i controlli nel settore edile, a Mascali un imprenditore è stato denunciato per non avere installato nel suo cantiere le tavole parapetto con fermapiede su scale fisse in costruzione, con grave pericolo per i lavoratori; a Catania un altro imprenditore in un secondo cantiere è stato denunciato per non avere provveduto a proteggere le aperture sul vuoto lasciate nei solai in costruzione e per avere omesso le tavole fermapiede.

Ad Acireale un imprenditore non aveva provveduto alla predisposizione dei parapetti e delle tavole fermapiede nel ponteggio di un. Ad Acireale, inoltre, due imprenditori sono stati denunciati per la mancata sorveglianza sanitaria in favore dei lavoratori e per non avere predisposto un idoneo impianto elettrico di cantiere mettendo a rischio folgorazione gli operai.

Nel loro caso sono anche stati individuati quattro lavoratori in nero su sei e i cantieri sono stati sospesi. Altri due lavoratori in nero su tre sono stati scoperti a Paternò in un cantiere che è stato sospeso. Inoltre i due imprenditori titolari sono stati denunciati per il mancato allestimento dei parapetti per il lavori in quota, la mancata copertura delle aperture nel vuoto, l’omessa distribuzione dei dispositivi di protezione individuale ai lavoratori.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa