WHATSAPP: 349 88 18 870

Dal viadotto Himera sulla A19 alla Statale 640

Dal viadotto Himera sulla A19 alla Statale 640 Il mistero dei lavori che non finiscono mai

E non partono i cantieri sulla “Nord-Sud” e sulla Palermo Agrigento

Dal viadotto Himera sulla A19 alla Statale 640 Il mistero dei lavori che non finiscono mai

PALERMO. L’aggiornamento della viabilità stradale in Sicilia prosegue per tappe intermedie. Uno snodo operativo potrebbe riguardare a giorni il viadotto Himera. Potrebbero esserci importanti novità. La carreggiata in direzione Palermo, che non è stata coinvolta dal crollo, ma chiusa in via prudenziale, è sottoposta ad una verifica da parte dei docenti universitari Marcello Arici, docente di Tecnica delle costruzioni per l’analisi strutturale e Calogero Valore, docente di geotecnica dell’Università di Palermo. I due professori a breve dovranno completare la loro relazione.

Qualora la carreggiata in questione dovesse risultare non danneggiata, si potrebbe procedere alla sua riapertura al traffico. Per quanto riguarda la carreggiata in direzione Catania, che era stata interessata da un movimento franoso, la progettazione del nuovo viadotto dovrà essere completata entro luglio.

Ancora in attesa di dissequestro da parte della magistratura il viadotto Scorciavacche dopo la vicenda che ha riguardato il clamoroso smottamento del gennaio del 2015, lungo la statale che collega Palermo ad Agrigento. Un chilometro di strada costato oltre dieci milioni di euro e chiuso dopo una settimana dall’inaugurazione. La parte di strada in questione è quella relativa all’innesto al viadotto. Stessa sorte e lavori ancora bloccati per la “Nord-Sud”, la S. Stefano-Gela con due cantieri su cui stava lavorando l’azienda Tecnis, sottoposta a sequestro giudiziario. È in corso la valutazione da parte degli organi di gestione, dello scorrimento della graduatoria delle altre imprese che seguono, operazione che consentirebbe di uscire dall’attuale fase di stallo.

Per quanto riguarda i lavori sulla SS. 683 Licodia Eubea- Libertinia, è in corso il perfezionamento dei collaudi tecnici a completamento dell’opera. Gli interventi di ripristino eseguiti sulle gallerie dell’autostrada Catania Siracusa rientrano invece nell’ambito di un appalto del valore di circa 1,5 milioni di euro e rappresentano una parte delle complesse attività previste, che comprendono anche il ripristino dei sistemi di sicurezza in dotazione alle gallerie all’epoca della loro realizzazione. I lavori ancora non sono stati completati. Alcuni accorgimenti pratici e tecnici sono stati predisposti per evitare ulteriori furti di rame che rischiavano di pregiudicare gli impianti in questione, definiti all’avanguardia in Europa. Alla fine di marzo è finita “la Via Crucis” degli automobilisti in entrata a Palermo, con il completamento dei lavori che hanno riguardato il viadotto Favara in entrambi i sensi di marcia. Un consistente disagio che si è protratto per un paio di mesi.

I lavori sul viadotto Augusto sulla A/29, la Palermo-Mazara del Vallo, sono stati ultimati da poco meno di un mese. Si stanno completando anche i lavori a margine sotto il viadotto.

E poi c’è il mistero dei lavori sulla Statale 640 Agrigento Caltanissetta inspiegabilmente fermi ormai da parecchi mesi senza che nessuno sappia dire il perché non si lavori da così tanto tempo. La lentezza esasperante con la quale si sta lavorando nel tratto iniziale del progetto che prevede il raddoppio della statale 640, sta creando situazioni ormai che sono giunte al limite della sopportabilità, con la gente che ha il diritto di conoscere quanto meno i motivi per i quali tutto rimane fermo. Anche il prefetto di Agrigento Nicola Diomede ha notato che qualcosa non va e ha deciso di vederci chiaro sulla vicenda. Ha scritto una circostanziata lettera alla direzione regionale dell’Anas per avere chiarimenti.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa