home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Il Ministero rassicura: «Etna non rischia

Il Ministero rassicura: «Etna non rischia la cancellazione dal Patrimonio Unesco»

Il Parco: «Allarme infondato, non ci sono criticità»
Il Ministero rassicura: «Etna non rischia la cancellazione dal Patrimonio Unesco»
«Ad oggi non esiste alcun segnale che possa far ipotizzare una futura iscrizione del sito Mount Etna nella Lista dei Patrimoni in pericolo, fase preliminare per una eventuale procedura di cancellazione dalla Lista del Patrimonio Mondiale». Lo ha scritto in una lettera ufficiale del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare inviata alla presidente del Parco dell’Etna Marisa Mazzaglia, Antonio Maturani, della Direzione per la Protezione della Natura e del Mare. «La gestione del sito Mount Etna è affidata all’Ente Parco - continua la lettera - e “al momento non risultano inadempienze da parte del sito nei riguardi delle raccomandazioni ricevute dal Comitato del Patrimonio Mondiale Unesco tali da rappresentare criticità per quanto riguarda la gestione del sito o altre problematiche inerenti le aree del Parco Regionale dell’Etna riconosciute come sito del Patrimonio Mondiale». «Le notizie circolate nelle ultime settimane - ha detto Mazzaglia - avevano creato un clima di allarme tra gli operatori che certamente non giova allo sviluppo del territorio, anzi tende a minarne alla base fiducia e reputazione che, pur essendo elementi immateriali, hanno certamente un peso enorme nelle scelte degli investitori, sempre più interessati al territorio dell’Etna». «Ecco perché - ha aggiunto - abbiamo ritenuto opportuno rassicurare tutti, sindaci, cittadini, operatori economici, preoccupati dalle notizie diffuse con insistenza, sulla loro totale infondatezza. Il Ministero dell’Ambiente ha anche puntualizzato che la gestione del sito Unesco è affidata all’Ente Parco. Ciò non significa che sulle questioni relative alla promozione e valorizzazione del territorio il Parco non possa e non debba proficuamente interloquire e collaborare con altri attori istituzionali che hanno competenze specifiche, pur rimanendo il perno del sistema Etna».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa