WHATSAPP: 349 88 18 870

Escono dal centro commercialecon scarpe nuove ai piedi: presi

Catania, escono dal centro commerciale con scarpe nuove ai piedi: presi

Cinque rumeni catturati dalla polizia all'uiscita del centro Porte di Catania

Catania, escono dal centro commerciale con scarpe nuove ai piedi: presi

CATANIA - Presi dalla polizia mentre uscivano dal centro commerciale con 5 paia di scarpe nuovissime ai piedi: peccato che non le avevano pagate. Ieri sera agenti delle volanti della Questura di Catania, nel corso dei servizi di controllo del territorio disposti dal Questore, mirati in special modo ai centri commerciali vista la notevole affluenza di gente che si registra nel fine settimana, hanno eseguito l’arresto di sei cittadini di nazionalità rumena per furto aggravato in concorso. In particolare, al 113 giungeva segnalazione che presso il Centro Commerciale Le Porte di Catania, 5 giovani, verosimilmente rumeni, stavano guadagnando l’uscita del centro commerciale con indosso altrettante paia di scarpe nuove, dopo aver manomesso le targhette di radio frequenza ed aver eluso i controlli di sicurezza delle casse.

 

 

Con l'aiuto degli addetti alla sicurezza, gli agenti della volante di zona, cui nel frattempo si aggiungevano altri equipaggi a rinforzo, bloccavano i 5 più un altro in loro compagnia; tutti erano giunti a bordo di un furgone all’interno del quale gli agenti rinvenivano altra merce calzaturiera sempre asportata dallo stesso negozio, per un valore di almeno 400 euro. La banda di malfattori, tutti sprovvisti di documenti identificativi, veniva così condotta in questura ove si procedeva al foto-segnalamento, da cui si evinceva che almeno uno di essi era già stato denunciato a dicembre dalla polizia di Stato per analogo reato, sempre nello stesso centro commerciale. Tutti i soggetti, corrispondenti a Ionut Aurel Mitrache, classe ’95, Mihaita Florine Pahontu, classe ’96,  Constantin Dumitrescu, classe ’94, Cristian Florin Ilie, classe ’95, Vasile Cristian Marinescu classe ’89 e Petrisor Daniel Petre, classe ’94, venivano, su disposizione del pm di turno, posti agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza con rito direttissimo. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa