WHATSAPP: 349 88 18 870

Gela, gli spara in piazza per levare l'onta di un'offesa

Gela, gli spara in piazza per levare l'onta di un'offesa

I carabinieri hanno arrestato il 25enne che ha sparato tra la folla a Gaetano Marino: l'agguato è scattato per una vendetta a seguito di una precedente aggressione

Gela, gli spara in piazza per levare l'onta di un'offesa

La polizia ha fermato l'autore del tentativo di omicidio compiuto, ieri sera, tra la folla, nel centro storico di Gela, nei confronti di un pregiudicato di 32 anni, Gaetano Marino, con precedenti per associazione mafiosa e traffico di stupefacenti.

L'uomo è rimasto ferito all'addome da alcuni colpi di pistola e soccorso dall'equipaggio di una Volante. Responsabile dell'agguato - l'uomo ha ammesso di avere sparato per vendetta - è Salvatore Noviziano, di 25 anni, anche lui con numerosi precedenti penali.

Gli investigatori lo hanno identificato grazie alle immagini delle telecamere dei sistemi di videosorveglianza dei negozi della zona e lo hanno arrestato nella sua abitazione. Ha ammesso di avere agito per vendicare l'offesa subita da Marino che, davanti alla gente, lo avrebbe preso a pugni e schiaffi al culmine di una discussione.

L'incontro di ieri sera, fra i due, sarebbe stato casuale. Migliorano, nel frattempo, le condizioni del ferito che in nottata è stato sottoposto a intervento chirurgico. Al momento dell'agguato, passeggiava con la fidanzata e altri parenti. Nessuno di loro avrebbe però riconosciuto Noviziano che ha sparato tre colpi ed è fuggito. Si cerca ora l'arma: l'arrestato ha rivelato di averla nascosta in campagna.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa