home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

E c'è chi restituirà il suo debito in 502 rate

Si tratta di Vincenzo Lo Nigro condannato dai giudici contabili a pagare 570 mila euro per le vicende legate allo scandalo della formazione. Finirà di pagare nel 2059, quando avrà 104 anni

E c'è chi restituirà il suo debito con 502 rate

Ha scelto la rateizzazione del debito. In 502 rate. Protagonista della vicenda, riportata dal quotidiano online Livesicilia, è l’ex capo dell’Agenzia per l'Impiego Rino Lo Nigro, condannato dalla Corte dei conti, a restituire 570 mila euro alla Regione per danno erariale dopo la sentenza sul cosiddetto scandalo nella Formazione.

A concedergli il pagamento rateizzato è stata la Regione, lo stesso ente creditore. Lo Nigro finirà di pagare nel 2059, allora avrebbe 104 anni.

La condanna è stata confermata poco più di un mese fa in Cassazione, dove Lo Nigro e altri condannati dalla Corte dei conti avevano presentato ricorso. I giudici contabili di appello, infatti, nel 2016, dichiararono prescritta una parte del danno provocato, ma condannarono per danno erariale burocrati e rappresentanti dell’ente di formazione Ciapi a sborsare poco più di otto milioni di euro.

Al centro di quell'inchiesta il progetto Coorap, gestito dall’ente regionale Ciapi e costato quindici milioni di euro. Doveva servire per formare 1.500 ragazzi con l’obiettivo di avviarne 600 al lavoro. I risultati definitivi furono drasticamente diversi. Appena diciotto giovani furono indirizzati all’apprendistato. Nessuno di loro trovò un impiego. E così l’Olaf, il nucleo antifrode dell’Unione europea che il progetto aveva finanziato, decise di inviare gli ispettori in Sicilia.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO